Andrea Dianetti ne ha fatto di strada da quel secondo posto ad Amici 5: fiction, come Un medico in famiglia 6, La ladra, I Cesaroni 3, trasmissioni tv, teatro, come Ad un passo dal sogno, Svegliati e sogna, cinema. Quest’anno sta portando in scena “Nemmeno un uragano”, spettacolo che lo vede protagonista e autore insieme ad Antonio Nobili.

“Vengo fuori da un anno particolarmente fortunato. Quattro spettacoli teatrali, tra cui uno con il grande Giorgio Albertazzi e Massimiliano Bruno. Una commedia musicale ‘BollyRome’ e una scritta da me: “Nemmeno un Uragano”. Ho appena terminato un mediometraggio sul sociale, come coprotagonista con un cast d’eccezione quale Ricky Tognazzi e Francesco Pannofino” ha raccontato a lintervista.it.

Confessa di amare il teatro e cinema allo stesso modo “Non per fare il politically correct, ma semplicemente perché entrambi danno un qualcosa di diverso a chi lo fa. Sono emozioni completamente differenti. La televisione è fantasiosa, curiosa e completamente in continua ‘diffusione’. Il teatro è intimo, personale, mistico e ha quel contatto con il pubblico che non trovi da nessun’altra parte.”

Si trova meglio quando interpreta ruoli comici “Penso sia ancora presto per aver ben chiaro un ruolo a me ostile o viceversa. Sicuramente, quelli comici mi riescono più facili da interpretare. Ma alcuni amici e giornalisti, sostengono che son sprecato in quei ruoli….Mah!”

La notorietà non gli ha dato alla testa “Dopo il Talent, è stato davvero travolgente l’essere riconosciuto e anche seguito a volte. Penso che la notorietà sia come il colesterolo: va tenuta sotto controllo! Sempre! Sono un giovane ragazzo che spera, nella vita, di vivere del suo mestiere. Insomma, uno come tanti.”

Ecco come si vede tra dieci anni “Alto biondo con gli occhi azzurri. Mi vedo, spero, in uno show tutto mio, una sorta di “ilpiugrandespettacolodopoilweekend”. Fiorello? Un mito..”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.