Day time 7 dicembre

Nunzio affronta la sfida, ma prima Luca Zanforlin manda un RVM per ricordare quanto successo tra lui e Luciano Cannito. Il maestro non ha mai nascosto la sua disapprovazione nei confronti del ballerino verde, reputandolo fin da subito non degno di occupare un banco all’interno della scuola. Il tutto ha raggiunto l’apice nei giorni scorsi, quando Cannito ha mandato in sfida Nunzio chiedendo di poter fare dei casting per trovare lo sfidante perfetto e di avere un commissario esterno che la pensasse nel suo stesso modo.

Parere esterno – La produzione ha chiesto un parere ad Anna Maria Prina, visto che le visioni sulla danza di Cannito e Garrison sono totalmente opposte. La signora Prina ha dichiarato di essere dalla parte di Cannito perché ritiene la fisicità una componente fondamentale nella danza. Per quanto riguarda l’equità della sfida, invece, rimanda la decisione alla produzione.

Commissari esterni – Cannito sceglie Roberto Fascilla, Garrison invece Lara Martelli. A questo punto Luca dice a Cannito di andare a prendere lo sfidante che si rivela essere Salvatore “Ha una tecnica fuori dall’ordinario, le proporzioni sono giuste, la linea della gamba è splendida.” Il ragazzo si esibisce ma Garrison non ci sta “Questa sfida è iniqua!”

Decisione della produzione –Alla luce di quanto detto dalla signora Prina, la produzione ha deciso che, visto il rapporto numerico tra i ballerini classici e quelli moderni che quest’anno si sono presentati ai casting, trova più giusto dare a quest’ultimi la possibilità della sfida. Per tanto Nunzio dovrà affrontare uno sfidante di danza moderna esattamente come lui.

Cannito a questo punto sceglie Raffaele, e Luca chiama in studio il terzo commissario, Kledi Kadiu, per avere un giudizio equidistante.

La sfida inizia – Cavallo di battaglia per entrambi e poi un pezzo d’improvvisazione. L’esito vede 2 voti a 1 per Nunzio. Martelli e Kledi votano per il ballerino verde, Fascilla per Raffaele. Nunzio esulta e si riprende la sua maglia.

La richiesta di Josè – Con il consenso di molti altri ragazzi, Josè chiede alla produzione che Giuseppe faccia tutto il kit e non solo una coreografia. Giuseppe accetta.

Gerardo –  Il cantante blu si schiera in difesa del ballerino della sua squadra e da questo nasce una discussione tra lui e Grazia, nella quale Gerardo esalta i limiti considerandoli la cosa più bella del mondo, mentre per la maestra gialla dentro la scuola si deve avere la mente aperta. Il cantante blu ribadisce di essere entrato nel programma per raccontare qualcosa e non cimentarsi in canzoni che non appartengono al suo mondo. Grazia lo prende un po’ in giro per i suoi discorsi filosofici che raggiungono il culmine con la frase “La cecità è una condanna mentale, non fisica”. Poco dopo, Gerardo, si lascia andare a un pianto liberatorio.

Alessia – La puntata si chiude con la cantante gialla e le lezioni a domicilio con Antonio Galbiati.

Vi ricordo che il day time di Amici non andrà in onda in questi giorni ma il programma riprenderà con la diretta di sabato.

AnticipazioniOttavio è in sfida. La decisione inizialmente era  ricaduta sul neo entrato Lorenzo ma a quanto pare la produzione ha ritenuto troppo prematura la sua sfida quindi al suo posto è stato nominato Ottavio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.