Gli ambulatori del sesso sono presenti in Italia da un po’ di anni ma ancora moltissima gente ne ignora l’esistenza.  Si tratta , sostanzialmente, di luoghi dove poter risolvere problemi intimi di coppia.

Tra i più comuni problemi vi sono: eiaculazione precoce e conseguente anorgasmia di lei, dolori durante i rapporti, mancato raggiungimento dell’erezione, menopausa e disturbi annessi. Sono molteplici , quindi, i problemi che possono minare l’intimità della coppia.

Parlarne e chiedere aiuto non è semplice, spesso il confronto su questi temi manca anche tra gli stessi partner. Per supportare le coppie alle prese con difficoltà nella sfera sessuale nascono i cosiddetti “Centri per il benessere della coppia”, noti anche come “Ambulatori del sesso”.

Il primo è già attivo a Napoli, al Policlinico Federico II, a cui seguiranno altri centri a Milano, Bari e Modena “Sono i primi del genere al mondo – spiega Vincenzo Mirone, segretario generale della Società italiana di urologia. – Di solito viene curato solo chi ha il disturbo, ma così non c’è la guarigione completa. Perché l’intimità sessuale è un meccanismo talmente delicato che quando uno dei due comincia ad avere delle difficoltà, l’altro ne risente psicologicamente ma anche fisicamente.”

Come funzionano gli ambulatori del sesso

Come funzionano? La coppia avrà a disposizione un urologo e un ginecologo che, insieme, ascolteranno i problemi di entrambi e cercheranno una soluzione. Gli ambulatori del sesso si prendono cura della coppia, non dei partner singolarmente.

Risolvere le problematiche sessuali è di importanza fondamentale perché tali difficoltà generano spesso un senso di frustrazione che va a influenzare negativamente la vita di tutti i giorni. Se il sesso va a gonfie vele, invece, i partner sono più rilassati e meglio orientati alla risoluzione delle vicissitudini quotidiane.

Questi centri non sono rivolti solo agli adulti ma anche al mondo dei giovani che sempre più precocemente si avvicinano al sesso. Gli ambulatori del sesso hanno, dunque, anche un compito educativo, svolto mediante brochure informative, consigli e visite per eliminare timori e ansie.

Perché non c’è attrazione

Perché non piaccio? Cosa c’è che non va in me? Devo cambiare qualcosa? Sono alcune delle frasi più diffuse nel mondo delle donne. Cause di paranoia, bassa autostima e difficoltà nelle relazioni interpersonali, condizioni che creano un forte disagio con se stessi.

Tale convinzione è spesso frutto di rifiuti in ambito sentimentale. La mancata conquista dell’uomo desiderato tende a mettere in discussione la considerazione che abbiamo di noi stessi, soprattutto quando i “no” iniziano a susseguirsi nel tempo.

Subentra la paura di non piacere, e tale timore genera diffidenza nell’approccio con l’altro sesso. Questo atteggiamento crea una sorta di circolo vizioso: meno contatti si hanno con il mondo maschile, meno possibilità ci saranno di nuove conoscenze, e più crescerà la convinzione di non piacere.

Il primo passo da compiere per spezzare questa catena consiste nell’uscire dalla routine. In che modo? Evitate di frequentare i soliti posti. Hanno aperto un nuovo locale? Bene, andateci! Potrebbe essere l’occasione giusta per fare quattro chiacchiere con altre persone. Magari non incontrerete l’uomo della vostra vita, ma capirete che il mondo maschile non è un territorio off limits per voi.

Viaggiate, e se ne avete la possibilità, trascorrete un periodo lontano da casa. Vi servirà per allargare il vostro orizzonte e fare nuove esperienze. Cogliete al volo ogni occasione in grado di movimentare la vostra vita. L’errore più grande, che non dovete assolutamente commettere, è quello di chiudervi in voi stessi e fissarvi sulla convinzione che abbiate qualcosa di sbagliato.

Se il pensiero di non piacere agli altri nasce dal poco apprezzamento verso voi stessi, valutate la possibilità di apportare dei cambiamenti: nell’abbigliamento, nel modo di portare i capelli, nel make-up. L’importante è che tale decisione parta da voi: nessuno ha il diritto di chiedervi di cambiare!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.