CONDIVIDI

I benefici dell’allattamento al seno

Allattare al seno incide sul comportamento futuro del bambino: è quanto emerge da uno studio recentemente eseguito presso la Glasgow University. La ricerca, condotta dalla Dottoressa Tamsen Jean Rochat per il SSRC (Social Scienze Research Council), in collaborazione con i professori Brian Houle della “Australian National University“, Alan Stein dell’Università di Oxford e della ricercatrice scientifica Ruth M. Bland, ha preso in esame 1.500 bambini sudafricani tra i sette e gli undici anni e ha sottolineato l’impatto psicologico sul bambino se la mamma lo allatta fino al sesto mese.

Come riportato dal Daily Mail, i benefici dell’allattamento non riguardano “solo” la sfera fisica, con il rafforzamento del sistema immunitario, la riduzione del rischio di alcune forme tumorali e il miglioramento del sistema digestivo, ma interesserebbero anche l’ambito psicologico del neonato, migliorandone il quoziente intellettivo e le capacità cognitive.

“La durata dell’allattamento al seno di un bambino incide in diverse aree dello sviluppo – spiega Tamsen Rochat, ricercatore dello Human Science Research in Sudafrica – Ad esempio, alcuni disturbi legati al comportamento nell’infanzia possono portare a sviluppare atteggiamenti aggressivi nel futuro, interferendo con l’apprendimento e con le relazioni con i coetanei, compresa una scarsa autostima.”

Questi disturbi comportamentali che si sviluppano nell’infanzia non incidono immediatamente sulla salute del bambino “ma a lungo termine potrebbero avere come conseguenza un basso rendimento scolastico e ulteriori disturbi comportamentali”, conclude Rochat.

I bambini allattati al seno, sottolineano gli studiosi, hanno il 74% di probabilità in più di diventare degli uomini e donne di successo, rispetto ai coetanei non allattati.

allattamento-al-seno-

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.