Si stanno definendo in queste ore quelle che saranno le linee guida per la sorte di Alitalia. Ieri sera è stata ufficializzata l’ammissione della compagnia all’amministrazione straordinaria, come su disposizione del Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda.

Nominati i commissari

L’ammissione di Alitalia alla procedura di amministrazione straordinaria implica la nomina di un collegio commissariale. In questo caso si tratta di Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari. Secondo il numero uno del dicastero dell’Economia Padoan, questo per Alitalia rappresenta “un nuovo inizio“. 

Sempre Padoan ha affermato che per i prossimi mesi è garantita liquidità alla compagnia e che i voli continueranno. Il ministro dell’Economia ha inoltre ricordato che la compagnia ha “asset di valore in termini di capitale umano e rotte che possono rappresentare un nuovo inizio, possibilmente con altri partner“.

Il punto di vista del premier Gentiloni

Anche il premier Paolo Gentiloni ha detto la sua sulla situazione di Alitalia. Il numero uno di Palazzo Chigi ha dichiarato che il Governo è intervenuto sia su esplicita richiesta dell’assemblea dei soci, sia per un atto di responsabilità finalizzato ad assicurare alcuni servizi fondamentali.

Nelle parole del premier c’è anche il riferimento al prestito ponte di 600 milioni di euro per 6 mesi. A ribadire l’entità della cifra in questione ci ha pensato anche il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, che ha ricordato che i soldi in questione sono “il massimo che oggi sia possibile prevedere e fare“.

Calenda ha anche sottolineato che il mandato per i commissari è molto chiaro: i tre, nel giro di un breve lasso di tempo, dovranno aprire a nuovi acquirenti, cercando di mantenere in un regime di garanzia tutti i servizi e le rotte ed evitando spese pubbliche.

Graziano Delrio ha affermato che l’obiettivo del processo è quello di trovare soci capaci d’investire e sanare le debolezze non legate alla presenza delle compagnie low cost.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.