CONDIVIDI

Si ha un problema di stitichezza o di stipsi quando si evacua meno di tre volte a settimana, quando le feci sono dure e diventa difficile e doloroso espellerle.

I soggetti che soffrono questo problema anche quando evacuano hanno sempre la sensazione di non essersi liberati del tutto.

Molte volte l’evacuazione è accompagnata da piccoli sanguinamenti provocati dalla rottura di capillari anali.

La stitichezza è molto più frequente negli anziani tra i disabili e tra le donne.

E’ lo stile di vita il maggiore responsabile perché mangiamo poche fibre, abbiamo un cattivo rapporto con l’acqua, e facciamo poco esercizio fisico, quindi non ci creiamo lo  stimolo di defecare.

Intanto bisogna assolutamente evitare l’uso di lassativi.

La stitichezza non  è una malattia ma un disturbo che, però, può causare malattie.

Impariamo a combatterla con qualche piccolo ma efficace consiglio:

  • bere 1,5 litri di acqua al giorno
  • seguire un’alimentazione ricca di fibre
  • masticare bene e lentamente
  • fare sport  

Cosa mangiare per sconfiggere la stitichezza

 La lotta alla stitichezza passa dunque per la tavola, esistono infatti dei cibi che possono aiutare a risolvere questo problema, eliminando quel senso di disagio, pesantezza, gonfiore e i dolori addominali che spesso ne derivano. Inoltre, aspetto di non secondaria importanza, gli alimenti consigliati contro la stipsi sono anche cibi che rivestono un ruolo rilevante per la salute generale del nostro organismo.

Le fibre

I cibi maggiormente indicati per risolvere il problema della stitichezza sono quelli ricchi di fibre, ma bisogna stare attenti alla quantità assunta, un eccesso di fibre può infatti causare gonfiore e diarrea. Il metodo migliore consiste nell’aumentare gradualmente l’assunzione di fibre, in modo tale che l’organismo si abitui alla presenza di questo ingrediente. Le fibre sono presenti in un’ampia gamma di alimenti: frutta, verdura, legumi, cereali. Vediamoli nel dettaglio.

Frutta

Molte tipologie sono particolarmente indicate contro la stipsi, oltre a fornire, come sappiamo, tanti altri benefici al nostro organismo. Tra i frutti consigliati troviamo: i fichi, la papaya, le albicocche, le pesche, le prugne, le pere, l’ananas. Anche la frutta con il guscio ha funzione lassativa: mandorle, noci, anacardi…

Verdure

Quelle ricche di fibre sono: zucchine, carote, cavolini di Bruxelles, broccoli, cavoli, asparagi, le verdure a foglia verde (spinaci, cardi..), i carciofi. Chi soffre di stipsi dovrebbe consumare cinque porzioni di vegetali al giorno, tre di frutta e due di verdura, è una regola importante spesso non rispettata. Per quanto concerne le verdure, vanno bene sia cotte che crude, solo quelle crude a foglia larga, come l’insalata, possono causare qualche dolorino alla pancia.

Legumi

Fagioli, lenticchie, ceci, piselli sono dei validi alleati contro la stitichezza. Sarà facile trovare il modo di consumarli in questo periodo: l’inverno è la stagione delle zuppe e dei minestroni!

alimenti_lassativi_quali_sono

Cerali integrali

In questo settore è importante prestare molta attenzione al momento dell’acquisto, molti prodotti presenti in commercio con la dicitura “integrali”, infatti, di integrale hanno ben poco. Date quindi uno sguardo agli ingredienti. Si possono trovare in chicchi, in fiocchi, nei loro derivati (pasta, pane, riso integrale). Potete consumarli a colazione o nell’arco della giornata.

Semi di lino

Hanno una doppia funzionalità: tritati sono un’ottima fonte di Omega 3, interi sono invece perfetti contro la stitichezza. L’ideale sarebbe tritarli grossolanamente, in modo da accogliere entrambi i benefici. Possono essere consumati con il pane o come condimento, oppure preparando una tisana. È importante non esagerare, una quantità eccessiva di semi di lino può infatti causare flatulenza e sono ricchi di calorie.

Yogurt e bevande con probiotici

Alcuni studi hanno dimostrato la funzione anti-stipsi di determinati probiotici presenti negli yogurt. Per questo motivo possiamo definire lo yogurt come un lassativo naturale.

Acqua

Per favorire l’attività benefica delle fibre è importante bere molta acqua, meglio se naturale e ricca di magnesio e solfati. La quantità ideale giornaliera equivale a un litro e mezzo/ 2 litri, circa otto bicchieri. Da evitare quella gasata.

Attività fisica

Fare un po’ di movimento aiuta il transito intestinale, via libera quindi a mezz’ora di camminata dopo aver mangiato.

Esempio di alimentazione corretta

Chi soffre di stitichezza dovrebbe iniziare la giornata con un bicchiere d’acqua a stomaco vuoto, a seguire uno yogurt con cereali integrali. Per gli spuntini va bene la frutta, niente merendine o cioccolati. Per il pranzo e la cena si può scegliere tra carboidrati integrali (pasta, pane, riso), legumi e verdure. È importante tenere a mente che almeno due volte alla settimana le proteine della carne dovrebbero essere sostituite con quelle dei legumi, da consumare come condimento o sotto forma di minestre. Per concludere, prima di andare a dormire è consigliabile bere una tisana sgonfiante e depurativa.

rimedi-naturali-stitichezza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.