CONDIVIDI

La DIETA MEDITERRANEA è un modello alimentare riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio Immateriale dell’Umanità. Non va considerata come una “dieta” ma come un vero e proprio “stile di vita alimentare”. Si ispira alle abitudini diffuse nei paesi del mediterraneo negli anni Cinquanta. Il padre della Dieta Mediterranea fu il fisiologo e biologo statunitense, Ancel Keys che per primo intuì la relazione tra alimentazione e stato di salute e ne dimostrò tutti i benefici. Da allora sono stati svolti numerosissimi studi che hanno ulteriormente dimostrato scientificamente come l’aderenza alla Dieta Mediterranea possa apportare molti vantaggi per la nostra salute, contribuendo alla prevenzione di numerose patologie come MALATTIE CARDIOVASCOLARI, DIABETE e TUMORI. Questo modello risulta efficace anche nella riduzione del peso corporeo in situazioni di OBESITA’ e SOVRAPPESO, permettendo di raggiungere un peso adeguato e poi mantenerlo, attraverso un’alimentazione equilibrata, senza rinunciare al gusto, alla varietà dei cibi e alla convivialità. Per tutti questi motivi i più importanti esperti di nutrizione a livello mondiale sono concordi nel consigliarla.
Dunque perché non seguirla?

10 CONSIGLI PER UN’ALIMENTAZIONE PIU’ SANA:

1. Mangia ogni giorno frutta e verdura. Scegli prodotti di stagione e biologici.
2. Riduci il consumo di cibi raffinati.
3. Limita carni rosse, insaccati e formaggi.
4. Aumenta il consumo di cibi integrali. 
5. Non eccedere con le proteine animali e mangia più legumi.
6. Riduci i cibi grassi e limita i condimenti.
7. Bevi acqua.
8. Limita cibi dolci, bevande zuccherate e alcolici.
9. Usa poco sale per cucinare e limita cibi e snack salati. Puoi insaporire con erbe e spezie.
10. Mangia piú pesce azzurro perché ricco di omega-3.

Curcuma protegge da patologie intestinali

La CURCUMA viene ricavata dalla radice di una pianta che appartiene alla stessa famiglia dello zenzero ed è responsabile del tipico colore giallo oro del CURRY, una miscela di spezie, composta da coriandolo, cumino, fieno greco, pepe nero e appunto curcuma, inventata dagli inglesi nel 1700. 
Il principio attivo della curcuma è la CURCUMINA le cui proprietà e caratteristiche erano già conosciute,anticamente, in India. Negli ultimi anni la ricerca scientifica si è dedicata molto allo studio di questa spezia, dimostrando interessanti effetti antiossidanti, antinfiammatori, antivirali e antiproliferativi. Molti studi hanno evidenziato possibili effetti anticancerogeni e un ruolo di protezione dalle patologie intestinali, dal decadimento cognitivo, dal morbo di Alzheimer e dal Diabete di tipo 2 (attraverso un effetto ipoglicemizzante). In cucina può essere utilizzata, sotto forma di polvere, nella preparazione di secondi piatti come carne o pesce, oppure aggiunta a riso o verdure. In caso di patologie, cure farmacologiche, gravidanza e allattamento è consigliabile, prima dell’uso, chiedere sempre il parere del medico.

Crucidere antitumorali

Le BRASSICACEE (o CRUCIFERE) comprendono CAVOLI, CAVOLFIORI, BROCCOLI, CIME DI RAPA, RAPE, BROCCOLETTI (cavolini di Bruxelles), RAFANO e WASABI NIPPONICO.
Posseggono molte interessanti proprietà benefiche per la nostra salute. In particolare, oltre ad essere una fonte di ACQUA, VITAMINA A, C, FOLATI, POTASSIO, FOSFORO, CALCIO e FIBRE, contengono tre tipi di sostanze, ISOTIOCIANATI, INDOLI e QUERCETINA, dalle quali dipendono i loro EFFETTI PROTETTIVI. 
Gli ISOTIOCIANATI contribuiscono alla DEPURAZIONE e favoriscono l’ELIMINAZIONE, dal nostro organismo, di FARMACI, SOSTANZE TOSSICHE e CANCEROGENE. Gli INDOLI agiscono, contrastando la formazione di cellule tumorali ed infine la QUERCETINA, presente anche nell’aglio e nella cipolla, ha un POTERE ANTIOSSIDANTE, che risulterebbe superiore a quello della VITAMINA C e potrebbe giocare un ruolo importante nella PROTEZIONE CARDIOVASCOLARE e nella lotta contro i TUMORI.
Per non distruggere queste sostanze è meglio la cottura AL VAPORE oppure SALTATI IN PADELLA.
Da quanto descritto sopra emerge sempre più chiaramente come dalle nostre scelte a tavola, può dipendere la nostra salute presente e futura. La prevenzione inizia a tavola. Tra le crucifere molto importanti sono i cavolfiori.
I CAVOLFIORI sono una buona fonte di VITAMINA C, VITAMINA A, ACIDO FOLICO, NIACINA, POTASSIO, CALCIO e FOSFORO. Sono ricchi di ACQUA e grazie al loro contenuto di FIBRE contribuiscono al benessere dell’intestino. La caratteristica però più importante, che li rende nostri alleati, è la presenza di particolari sostanze chiamate FENOLI che, in base a studi scientifici, avrebbero un’azione ANTICANCEROGENA. Secondo questi studi, infatti, il consumo regolare di cavoli e cavolfiori, potrebbe portare ad una riduzione, fino al 50%, del rischio di TUMORE alla VESCICA e al SENO e potrebbe avere anche un’azione protettiva contro il tumore al POLMONE, PROSTATA e COLON-RETTO. Questa è una ulteriore dimostrazione di come l’alimentazione, se sana ed equilibrata, giochi un ruolo importante nella prevenzione e nel mantenimento del nostro benessere!!!
Per usufruire al meglio di tutte queste sostanze utili e non distruggerle è consigliabile cuocere i cavolfiori al vapore, oppure saltati in padella.

Arachidi ricche di potassio, magnesio, fosforo e calcio

Le ARACHIDI comunemente considerate frutta secca, appartengono invece alla famiglia dei LEGUMI.
Sono ricche di PROTEINE VEGETALI e contengono GRASSI BUONI, importanti per il benessere del sistema cardiovascolare. Sono molto energetiche e sono una fonte di Vitamina E e Vitamine del gruppo B. Hanno una quantità elevata di MAGNESIO, POTASSIO, FOSFORO e CALCIO e sono ricche di FIBRE, importanti per la regolarità intestinale. Per le loro caratteristiche nutrizionali sono particolarmente adatte per chi pratica attività sportive. E’ importante però scegliere quelle non salate e comunque, vista la quantità elevata di calorie, limitare il consumo a non più di 30 gr. al giorno.

Pere e arance

Le PEREsono ricche di fibre SOLUBILI e INSOLUBILI e per questo utili in caso di stitichezza. Le PECTINE, in esse presenti, contribuiscono a regolare, a fine pasto, l’assorbimento degli zuccheri semplici e del colesterolo. Sono ricche di POTASSIO e ACQUA e povere di SODIO, esercitando così un’azione diuretica, depurativa e di prevenzione degli squilibri elettrolitici. Sono anche una fonte di CALCIO, FOSFORO, MAGNESIO, Vitamina C e Vitamine del gruppo B. 
Per le loro caratteristiche sono adatte anche per l’alimentazione degli anziani e dei bambini.

L’ARANCIA ROSSA, chiamata anche “SANGUINELLA” è una fonte eccezionale di ANTOCIANINE, potenti sostanze ANTIOSSIDANTI, che proteggono il SISTEMA CARDIOVASCOLARE, favorendo la riduzione della pressione sanguigna, del colesterolo cattivo (LDL), degli stati infiammatori e migliorando l’elasticità dei vasi sanguigni. Numerosi studi hanno anche dimostrato come queste sostanze abbiano un’azione antitumorale e antinfiammatoria e contribuiscano alla salute della vista. L’arancia rossa contiene anche altre sostanze antiossidanti, come i CAROTENOIDI ed è ricca di VITAMINA C, FOLATI, POTASSIO, CALCIO, FOSFORO e MAGNESIO. E’ idratante, drenante e depurativa. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.