CONDIVIDI

Cibi che favoriscono l’abbronzatura

Sognate  un’abbronzatura perfetta? Attenzione a quello che mangiate! Esistono infatti tanti cibi in grado di aiutarci ad avere una tintarella omogenea in breve tempo e più a lungo.

Al primo posto troviamo gli alimenti ricchi di beta-carotene, sostanza che favorisce la produzione di melanina. Riconoscere questi alimenti è molto semplice: sono quelli di colore rosso-aranciato. Via libera  quindi al consumo di carote (anche cotte), pesche, albicocche, fragole, ciliegie.

Piccole quantità di questa sostanza sono presenti anche nella verdura, come la lattuga, gli spinaci o il prezzemolo. La lattuga è importante anche per idratare e depurare la pelle, grazie al suo carico di vitamine A e C, sali minerali (calcio, ferro, magnesio, potassio) e fibra solubile. Proprietà che la rendono un alimento perfetto per affrontare la calura estiva.

I peperoni, sia gialli che rossi, offrono un valido aiuto all’abbronzatura perché contengono una buona dose di provitamina A e sono ricchi vitamina C. Hanno inoltre pochissime calorie. Se non riuscite a digerirli, provate a mangiarli senza buccia: è lì che è presente una maggiore quantità di capsicina, la sostanza che rende difficoltosa la digestione del peperone.

L’albicocca è in assoluto il frutto maggiormente in grado di stimolare la melanina, merito delle vitamine C, PP e A. Ha inoltre un basso apporto calorico.

Non sottovalutate il ruolo dell’acqua: idrata la pelle e la rende più predisposta ad assorbire i raggi del sole. Gli esperti consigliano di berne 1,5/2 litri al giorno. La pelle sarà così più sana e voi riuscirete a reintegrare i sali minerali persi con il sudore.

Alimenti che favoriscono l’abbronzatura

Con l’arrivo dell’estate parte la corsa all’abbronzatura, ma in tanti ignorano il ruolo del cibo nella manifestazione della tintarella. Scegliere l’alimentazione giusta, infatti, non permette solo di mantenere la linea o eliminare i chili di troppo, ma ci dà una mano anche per preparare la pelle ad accogliere l’abbronzatura.

In che modo? Sfruttando le proprietà contenute in alcuni alimenti, in particolar modo quelli di colore giallo e arancione. La loro tinta indica infatti una particolare ricchezza di betacarotene, precursore della vitamina A, che favorisce la produzione di melanina. Via libera quindi al consumo di: carote, albicocche, nespole, pesche, melone, barbabietole rosse, peperoni.

“Consumare carote, insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, albicocche, fragole o ciliegie serve a difendersi dai colpi di calore, ma anche a preparare l’abbronzatura estiva – spiega la Coldiretti – Il consumo di cibi ricchi di vitamina A favorisce la produzione nell’epidermide del pigmento melanina per donare il classico colore ambrato alla pelle.”

Il betacarotene non permette solo di ottenere una bella abbronzatura ma protegge anche dalle scottature solari. Attenzione però a non esagerare: il suo accumulo nel fegato può provocare problemi metabolici.

Importante anche la vitamina E, presente nel germe di grano, nell’olio d’oliva, nelle mandorle e nell’avocado, ideale contro la disidratazione delle pelle. Da non sottovalutare pure il ruolo del pesce e dei frutti di mare: la presenza combinata di acidi grassi, omega 3, zinco e selenio contribuisce a proteggere la pelle dal sole e dall’azione ossidativa.

Integratori e abbronzatura

Per ottenere un’abbronzatura invidiabile è possibile affidarci ad alcuni validi alleati, come gli integratori. Questi prodotti agiscono sulla produzione di melanina, principale responsabile del colorito della pelle, stimolandola o integrandola quando il corpo ne produce poca. Lo scopo è quello di intensificare la tintarella e prolungarne la durata.

Si tratta perlopiù di integratori a base di beta carotene e altre vitamine, utili a far sì che la pelle sia in grado di assorbire più velocemente i raggi solari. Oltre alle vitamine, sono presenti anche sali minerali, aminoacidi e antiossidanti.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Alcuni integratori di melanina contengono cantaxantina, una sostanza che si trova nei coloranti alimentari. Tale sostanza non favorisce l’aumento di melanina ma colora l’epidermide in modo nocivo. Evitate, quindi, di acquistare gli integratori in cui è contenuta.

Badate bene: l’uso degli integratori non protegge dagli effetti nocivi dei raggi solari, pertanto è importante prendere sempre le opportune, e ben note, precauzioni quando ci si espone al sole.

Gli integratori possono essere acquistati senza prescrizione medica, ma non per questo devono essere assunti in maniera inappropriata. Leggete sempre le modalità di utilizzo riportate sulla confezione.

Integratori e alimentazione

Non tutti sono a favore degli integratori. C’è infatti chi pensa che sarebbe meglio ricorrere a metodi naturali: il cibo. Alcuni alimenti, infatti, favoriscono l’abbronzatura. Si tratta di frutta e verdura dal colore giallo-rosso: albicocche, cachi, melone, pesche, arance, carote, pomodori, zucca gialla, peperoni rossi, spinaci, broccoli, rape, cicoria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.