CONDIVIDI

Informazioni sulla dieta vegana

alimentazione-vegana

La dieta vegana è un regime alimentare che esclude il consumo di carne, pesce e i loro derivati, come formaggi e uova. È una scelta che però va ben oltre l’aspetto prettamente alimentare, arrivando a coinvolgere anche lo stile di vita: i vegani non vogliono in nessun modo incidere negativamente sula vita degli animali, per questo motivo rifiutano di utilizzare o acquistare prodotti di origine animale o testati su di essi (abbigliamento, cosmetici..).

Per quanto riguarda questo aspetto, però, è necessario fare una precisazione, ci sono infatti due tipologie di vegani: i salutisti, che decidono di non consumare cibi di origine animale per difendere la salute; e gli assoluti, che sono coloro che hanno scelto la dieta vegan perché ritengono inviolabile il diritto degli animali alla vita e alla non sofferenza.

Alimentazione vegana dati

Secondo gli ultimi dati Eurispes riguardanti l’Italia, nel 2013 si è verificato un aumento dei vegetariani e dei vegani: sono 4,2 milioni le persone che hanno deciso di eliminare i prodotti di origine animale dalla loro alimentazione, ovvero il 7,1% della popolazione. Diverse le ragioni: un terzo ha dichiarato di farlo per rispetto verso gli animali, il 24% per questioni di salute, il 9% per motivi ambientali.

Alimenti vegani

I vegani, a differenza dei vegetariani, non mangiano né uova né latte, perché cibi di origine animale e provenienti dallo sfruttamento intensivo di galline e mucche, costrette in spazi piccolissimi e impossibilitate al movimento. Ma cosa mangiano i vegani? È questa la domanda più diffusa tra coloro che non hanno sposato questa scelta di vita. A differenza di quello che si potrebbe pensare in un primo momento, l’alimentazione vegana è molto variegata: oltre alle semplici varianti di cibi tradizionali, sono presenti anche alcuni prodotti poco conosciuti e consumati qui da noi ma molto diffusi in altre parti del mondo. Il vegano si nutre di tutto ciò che non è di origine animale, quindi: frutta (fresca o secca), verdura, cereali, legumi, pasta, riso. Il latte vaccino viene sostituito da quello vegetale (soia, mandorle, avena, riso). Altri cibi caratteristici della dieta vegana sono le alghe, il tofu e il seitan.

Dieta vegana

Le alghe sono un ingrediente ampiamente diffuso nei paesi orientali: sono ricche di iodio e di calcio e possono essere utilizzate nella preparazione di zuppe, torte salate, insalate o come condimento per la pasta. Il tofu è una sorta di formaggio realizzato con il latte di soia, è ricco di proteine ed è possibile scegliere tra varie tipologie: alcune sono buone al naturale, altre sono ottime all’interno di varie ricette. Il seitan, invece, è un alimento altamente proteico a base di glutine del frumento. Nell’aspetto ricorda la carne e può essere acquistato in varie forme.

Alimentazione vegana vantaggi

Diversi studi hanno dimostrato che la dieta vegana (come quella vegetariana) contribuisce a contrastare lo sviluppo di alcune patologie, come il diabete, malattie cardiovascolari, obesità, tumori, comunemente definite “patologie del benessere” e strettamente collegate ad abitudini alimentari ricche di grassi e zuccheri. Un riscontro positivo è stato individuato anche in merito all’asma, calcoli e artrite.

Alimentazione vegana svantaggi

Il principale svantaggio è rappresentato dalla mancanza della vitamina B12: essa viene inserita nei mangimi animali e si deposita nella carne, nel latte e nelle uova. Chi segue una dieta vegana, non cibandosi di alimenti di origine animale, si ritrova a dover fare i conti con l’assenza di tale vitamina, importantissima per il normale funzionamento del nostro organismo. La B12 può essere assunta dai vegani attraverso integratori naturali non testati su animali.

Alimentazione vegana – chi può seguirla?

Secondo quanto rivelato dall’ADA (American Dietetic Association) “Le diete vegetariane correttamente pianificate, comprese le diete totalmente vegetariane o vegane, sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale, e possono conferire benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie.” Se ben pianificate, si legge, possono essere seguite in tutti gli stadi del ciclo vitale, inclusi gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia e adolescenza, e anche dagli atleti. In caso di gravidanza, allattamento, per chi ha particolari patologie o per bambini molto piccoli, si consiglia di rivolgersi a uno specialista.

vegan

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.