Al Bano guadagna solo 1470 euro di pensione

In questi ultimi giorni, Al Bano sta facendo parlare molto di sé.

Dopo aver fatto una bella gaffe sull’uomo che ha sconfitto i dinosauri, Carrisi sostiene di percepire una pensione bassa di solo 1470 euro.

La sua affermazione fa storcere il naso a tantissime persone. Questo perché con i tempi che corrono, non ci si può lamentare di simili cifre.

Allo stesso tempo però, Al Bano precisa che non si spiega la motivazione. Infatti, il cantante di Cellino San Marco, sostiene di aver sempre versato i contributi.

Di conseguenza, non gli tornano i conti in tasca. Ha affrontato questa tematica in diverse interviste, ad esempio per “Diva e Donna“, in cui ha detto:

“Il mio assegno ammonta a 1470 euro al mese. Fino a qualche mese fa erano soltanto 1370. Non capisco come sia possibile visto che nella mia vita ho sempre versato i contributi, fin da quando ero contadino qui in Puglia e poi metalmeccanico a Milano.

Ho solo uscite e poche entrate, così sopravvivo solo un anno. Limando qua e là, con le giuste accortezze, vado avanti un anno. Lei ha letto tutte le norme per riaprire? La spesa non vale l’impresa e poi finirebbe per assomigliare tutto ad un ospedale. E un ristorante non può sembrare un ospedale.

Ho calcolato che i miei risparmi mi faranno stare tranquillo per due anni. Se sono in difficoltà io, figuriamoci gli altri”.

Al Bano verso il fallimento

Il cantante non si lamenta soltanto della pensione ma anche dell’assenza di entrate nella sua tenuta. 

A causa del Coronavirus, la sua attività ha subito un danno notevole. Per lui questo è un bel problema perché ha la responsabilità di ben 50 famiglie. 

Pertanto, fino a qualche giorno fa non se la sentiva di riaprire.

Tuttavia, stando alle sue ultime dichiarazioni, sembrerebbe aver trovato una soluzione. Infatti, i dipendenti hanno deciso di avviare comunque il tutto, dando lui una percentuale dei guadagni:

Aggiungo che grazie a Dio l’azienda vinicola va benissimo però parliamo di agricola, dell’albergo, ristorante e pizzeria chiusi. Sono perdite quotidiane non indifferenti. Sia chiaro: non sto piangendo miseria. Ma la situazione è abbastanza critica. Non solo per me ma per tutto il resto del mondo”.

Vedremo quando a settembre dovremo fare la vendemmia quando ci sarà la raccolta delle olive come faremo. Nel frattempo, i miei dipendenti hanno insistito, si sono organizzati in una cooperativa e li gestiranno loro, a me andrà solo una percentuale. Metà li dedicherò alla vigna, metà alla semina”.

Al Bano tour annullati

Al Bano afferma di sentire molto la crisi post Covid-19, anche dal punto di vista musicale.

Infatti, sarà alquanto impossibile programmare dei tour per i mesi seguenti e questa cosa non gli va proprio giù:

 “Chi si fida a prendere un aereo, ad andare per il mondo con questo dannato virus in giro! Non capisco perché la musica leggera sia sempre considerata la Cenerentola dello spettacolo. Trovano contributi per tutti, ma non per chi fa il nostro lavoro. Tra l’altro, non riuscirei a coprire nemmeno le spese per i tecnici”.

Al Bano e la dieta senza carboidrati

Sempre nell’intervista per “Diva e Donna”, Al Bano ha confidato di aver perso qualche kg di troppo, seguendo una dieta senza carboidrati.

Effettivamente, rispetto a qualche mese fa, il cantante appare molto più in forma:

“Visto che sono a casa da quattro mesi e nella mia vita non mi era mai capitato un periodo così lungo senza passare da un albergo all’altro ne ho approfittato per fare un po’ di dieta. Ho eliminato i carboidrati, la pasta la mangio solo una volta alla settimana. Per il resto mangio tutte le cose che fanno dimagrire: insalate del mio orto, pesce e frutta.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.