CONDIVIDI

Avere degli addominali scolpiti è il sogno di tantissime persone, specialmente gli uomini.

Per ridurre la massa grassa situata nella zona dell’addome, è possibile optare per una serie di esercizi che, se svolti in maniera corretta, a lungo andare vi regaleranno ottimi risultati. Scopriamoli insieme! 

Addominali crunch inverso

I crunches, risultano essere uno degli esercizi più efficaci per definire gli addominali. Svolgerli è davvero semplice, l’importante è seguire i vari step attentamente.

In primis, dovrete stendervi su uno dei classici tappetini da ginnastica in posizione supina: nel caso in cui vi mancasse, è sufficiente posizionare un asciugamano, un classico tappeto o comunque un telo morbido dietro la testa.

A questo punto, piegate le ginocchia ed appoggiate per terra le piante dei piedi. Mi raccomando, sia le ginocchia che i piedi dovranno risultare allineati con spalle e fianchi.

Dopodiché, incrociate le braccia al petto (o in alternativa le dita dietro alla nuca). Inspirate, respirate e contraendo i muscoli addominali, sollevate la parte alta del busto (dunque spalle e scapole) e restate fermi per un paio di secondi. Infine, ritornate a terra in maniera lenta e ripetete l’esercizio una decina di volte. 

Un paio di raccomandazioni: quando effettuate i crunches, il collo dovrà restare disteso e la testa dritta (non piegata in avanti!), perché in caso contrario, la schiena potrebbe risentirne. Inoltre, durante i primi allenamenti, cercate di non strafare con le sequenze. 

Plank addominali

Per tutti coloro che desiderano degli addominali tonici al punto giusto, senza ottenere il famoso l’effetto tartaruga, può benissimo provare ad eseguire i plank.

Anch’essi, sono facili in termini di procedura ma richiedono una certa resistenza fisica, specialmente se il vostro corpo non dovesse essere minimamente allenato. Innanzitutto, dovete stendervi per terra (possibilmente su un tappetino) in posizione prona, tenendo le gambe completamente distese. Poi, provate a sollevarvi tenendovi poggiati sugli avambracci. 

Nei plank, un ruolo fondamentale lo svolgono i gomiti che dovranno essere allineati in maniera perfetta con le spalle, mentre le mani proiettate in avanti.

Adesso, sollevate le gambe e il busto, per far sì che le punte dei piedi e gli avambracci siano in grado di sostenere tutto il corpo (a livello di peso). È importante che i vostri muscoli siano ben contratti.  L’obiettivo dell’esercizio è quello di mantenere tale posizione per almeno 30 secondi. Dopodiché, tornate nella fase iniziale e ripetete l’esercizio. 

Crunch e plank laterali

In alternativa ai classici crunch e plank, potreste optare per quelli laterali.

Per effettuare i crunch laterali, posizionatevi come vi abbiamo detto in precedenza, ossia con le braccia incrociate sul petto e con le ginocchia piegate. La differenza sta nel fatto che la testa e le spalle, dovranno muoversi verso il ginocchio (destro o sinistro), mantenendo la stessa direzione per una serie e poi invertire.

I plank laterali invece, partono dalla stessa posizione di quelli classici soltanto che il sollevamento consiste nell’appoggiarsi su un avambraccio, con il palmo della mano fissato sul tappetino. Nel frattempo, il secondo braccio va rivolto verso l’alto: così facendo, si andrà a ruotare il corpo su un fianco.

Tale procedura, ha una durata di 30 secondi a braccio e tende a rafforzare tutta la zona laterale del bacino, quella che comunemente conosciamo come maniglie dell’amore. 

Addominali esercizi efficaci

Oltre agli esercizi che vi abbiamo presentato, esistono anche i classici sollevamenti delle gambe. Essi, influiscono notevolmente sugli addominali, rendendoli molto più asciutti e tonici. Scopriamo insieme come farli! 

Stendetevi per terra in posizione supina. Mettetevi con le gambe dritte: stesso discorso per le braccia, che dovranno essere parallele ai fianchi. A questo punto, sollevate le gambe verso l’alto, andando a formare quasi un angolo perfetto di 90°. Restate così per qualche secondo e poi scendete nuovamente giù molto lentamente. Ripetete l’esecuzione per tre serie da dieci. 

Inoltre, è possibile effettuare lo stesso esercizio non sollevando le due gambe contemporaneamente ma alternandole. 

Oppure, si possono allenare gli addominali superiori, piegando le ginocchia e praticando un sollevamento della gamba che va in direzione del petto e viene afferrata con le mani. Anche qui, restate immobili per un po’ e successivamente fate a cambio con l’altra gamba. 

Senza contare gli esercizi cardio, i quali risultano essere molto utili per perdere peso e di conseguenza snellire gli addominali. Pertanto, sì alla corsa (per strada o tramite tapis roulant) e a vari sport, come ad esempio il ciclismo. 

Per concludere

In conclusione, possiamo dire che esistono tantissimi tipi di esercizi mirati a definire gli addominali, o a comunque renderli più tonici.

Elencarli tutti sarebbe alquanto impossibile. 

Tuttavia, bisogna tenere a mente che per snellire quella zona del corpo, è fondamentale integrare delle buone abitudini nella vita di ogni giorno, che vanno oltre all’attività motoria, come ad esempio l’alimentazione. Quest’ultima, svolge un ruolo super importante: infatti, eliminando (ma già soltanto riducendo) una serie di ingredienti ricchi di grassi, le bibite gassate, i dolci e le pietanze molto salate, il vostro corpo riuscirà a trarne beneficio.

Per ottenere degli addominali a prova d’invidia, assumete cibi contenenti molta acqua (tipo la frutta e la verdura). Così facendo, eliminerete le tossine, andando a depurare l’organismo. 

Integrare i liquidi vi aiuterà moltissimo. Sempre dal punto di vista dell’alimentazione, è assolutamente vietato praticare il digiuno o delle diete estreme fai da te: nel caso in cui voleste applicare delle modifiche al regime alimentare, consultate sempre un nutrizionista o comunque una figura esperta nel settore. 

Addominali perfetti

Per ottenere dei buoni risultati e di conseguenza sfoggiare degli addominali perfetti, ci vuole molta determinazione e costanza nel corso del tempo.

Pertanto, se siete alle prime armi con questa tipologia di esercizi mirati, cercate di non strafare, specialmente all’inizio.

Ponetevi degli obiettivi giornalieri, partendo ad esempio da 10 minuti a 30 minuti/1 ora a lungo andare. Ricordatevi che il troppo stroppia: iniziare sin da subito con un’ora di esercizi per addominali, vi recherà soltanto dei disagi.

Se invece soffrite del problema opposto e dunque la scarsa motivazione, potreste benissimo pensare di iscrivervi in palestra così da entrare pienamente nel “mood”, oppure chiedere a qualche amico o parente di praticare gli esercizi insieme, così da sentirvi più determinati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.