CONDIVIDI

Ogni taglio ha la sua acconciatura ideale. Sia che i vostri capelli siano lunghi, di media lunghezza oppure corti, lisci o ricci, troverete sicuramente l’acconciatura perfetta.

Sono davvero tantissimi i modi per raccogliere e valorizzare la chioma, ci sono le acconciature adatte a tutti i giorni e quelle per le grandi occasioni, quelle pratiche e veloci da realizzare, e quelle più elaborate che richiedono l’intervento di un esperto. Vediamo insieme qualche pettinatura facilmente eseguibile.

Capelli lunghi e capelli medi

I capelli lunghi sono sicuramente più facili da acconciare. La lunghezza della chioma permette di sbizzarrirsi realizzando splendide pettinature. Lo chignon è una delle acconciature più pratiche e facili da realizzare. Esiste in varie versioni: basso, raffinato ed elegante, spettinato, disinvolto e sbarazzino, alto, fresco e signorile, laterale, fine e molto chic. Tra le acconciature più utilizzate da chi porta i capelli lunghi troviamo la coda. Anche questa è realizzabile in vari modi: bassa (ideale per chi ha capelli molto lunghi), alta o a metà. Quest’ultima si crea così: prendete la ciocca frontale e fermatela in cima alla testa con delle forcine, lasciatela cadere all’indietro e legatela con un elastico insieme a quella centrale posteriore. Non possiamo poi dimenticarci delle intramontabili trecce! Classiche, messicane (due trecce laterali), alla francese (che partono dalla radice del capello), sbarazzine, romantiche (due treccine che partono dalla fronte e si ricongiungono dietro il capo): sono davvero tanti i modi in cui è possibile realizzarle.

Con questa lunghezza è possibile giocare con la chioma realizzando un effetto sbarazzino o raffinato. Si possono mettere in pratica alcune acconciature eseguibili anche sui capelli lunghi, come quelle descritte in precedenza, ma dipende tutto dal taglio. Se è molto scalato, sarà necessario fermare le ciocche ribelli con le forcine. Perfetto il cerchietto, abbinabile sia a un effetto mosso che ai capelli lisci.

Capelli corti e capelli ricci

Molti pensano che con questo tipo di taglio i capelli non possano essere acconciati. Niente di più falso, anche con i capelli corti è possibile giocare realizzando varie pettinature. Finto chignon: vista la lunghezza, sarebbe impossibile realizzarne uno vero, ma basterà raccogliere le ciocche all’indentro per dare l’illusione di avere una chioma lunghissima. Bocciolo di rosa: attorcigliate le ciocche e fissatele in cima alla testa con delle forcine. Pettinati all’indietro: sofisticati e femminili. Come acconciare il carrè? Raccogliete la chioma all’indietro e arrotolate le ciocche verso l’interno.

Lo chignon è realizzabile anche sui capelli ricci l’effetto sarà ordinato ed elegante. Così come le trecce: potete realizzarle anche solo verso le punte, dando così un effetto volutamente disordinato e sbarazzino, oppure raccolte in bucolici chignon. I capelli ricci sono molto belli anche in versione “semi raccolti”, fissati cioè solo nella parte alta con forcine o pinzette. È molto utilizzata anche la coda.

Il classico chignon, la coda o la treccia sono infatti acconciature che possono adattarsi perfettamente anche a una capigliatura riccia. Potrete realizzarli dietro o di lato. Lo stesso discorso vale per l’usatissimo mollettone.

In commercio ne esistono di qualsiasi forma, colore e grandezza. Acquistate quello che si adatta meglio ai vostri gusti e al vostro stile. Invece di legarli tutti, potete lasciare sciolta una parte della chioma, otterrete un effetto semplice e ordinato. Decisamente utile anche il cerchietto che vi permetterà di portare indietro ciocche che altrimenti cadrebbero sugli occhi, permettendovi così di tenere libera la fronte e il resto del viso. Se non vi piace il cerchietto, potete sostituirlo con delle comuni forcine. Potrete così fissare all’indietro o di lato alcune ciocche, oppure il ciuffo o la frangia, se li avete.

Natale e Capodanno: idee acconciature

Natale e Capodanno sono ormai in dirittura d’arrivo e per noi donne inizia il conto alla rovescia per decidere cosa indossare e in che modo sistemare i capelli. Sono molteplici le acconciature adatte a queste festività, la scelta dipenderà ovviamente dai vostri gusti, dal livello di eleganza che vorrete raggiungere e dal contesto in cui vi troverete. Per una cena in famiglia o tra amici, andrà benissimo una treccia, una coda più o meno sportiva, oppure capelli lasciati sciolti in morbide onde o lisci, magari impreziositi da qualche fermaglio luccicante. La treccia può essere realizzata nella maniera classica o in una delle sue mille varianti più elaborate, di lato, alta, spettinata o ben definita. Sempre di moda lo chignon, perfetto per queste occasioni. Anche per questa acconciatura esistono tante varianti diverse. Romantico ed elegante il semiraccolto: soluzione ideale per chi non sa se tenere i capelli sciolti o legati. Non si tratta di un’acconciatura complicata, potrete tranquillamente realizzarla in casa da sole. Per chi vorrebbe qualcosa di più semplice, senza ricorrere alle acconciature, può sfoggiare un bel taglio di tendenza, come il bob, oppure cambiare radicalmente il proprio look: un modo per tagliare con il vecchio anno

acconciature per la sposa

Dopo aver scelto abito e make-up da sposa, è arrivato il momento di pensare all’acconciatura che sfoggerete il giorno del vostro matrimonio. Che abbiate i capelli lunghi o corti, dovrete pur sistemarli in qualche modo! C’è chi preferisce tenerli sciolti, magari leggermente ondulati e impreziositi dal velo o da qualche accessorio, e chi, al contrario, desidera esibire una bella acconciatura. Sono tanti i modi in cui è possibile acconciare i capelli in occasione delle nozze. Si va dal classico chignon alla treccia o ai semi-raccolti, fino a raggiungere le acconciature più eccentriche e stravaganti. La scelta dipenderà ovviamente dai gusti della sposa.

Tinta capelli da fare a casa

-Prima di applicare il colore mettiamo un po’ di crema protettiva, che altro non è che una crema grassa, sul contorno viso per evitare che la pelle si macchi. In realtà, sui biondi si può anche evitare ma io la consiglio sempre E per scegliere il colore giusto, innanzitutto dobbiamo capire se vogliamo fare una colorazione diretta o un riflessante…
-Una colorazione diretta riesce a schiarire il capello ma dà un effetto ricrescita netta;
il riflessante, invece, può dare, come dice la parola stessa, riflessi più o meno intensi e una ricrescita più naturale. Se si parte da un colore naturale, per non rischiare pasticci, consiglio di schiarire tranquillamente di due toni e scurire quanto si vuole rispettando il nostro fototipo quindi il colore degli occhi e il tipo d’incarnato. Il metodo di applicazione varia a seconda del motivo per il quale ci si fa la tinta: se vogliamo coprire i capelli bianchi, dovremo partire da davanti con righe sottili orizzontali. Se invece vogliamo coprire una ricrescita scura, dobbiamo partire da dietro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.