CONDIVIDI
Scopri le acconciature per vernissage

Siete state invitate ad un vernissage e non avete la minima idea su come creare un acconciatura ad hoc? A tal proposito oggi vi offriamo una serie di idee, adatte per tutti i tipi i capelli. Prima però, è bene spiegarvi che cosa sia un vernissage.

Vernissage cosa significa

Il termine vernissage è di origine francese e fa riferimento all’inaugurazione di una mostra d’arte. Nel corso degli anni, la denominazione ha assunto diversi significati: questo perché propriamente il vernissage è una specie di vernice trasparente che rappresenta il completamento di un’opera: attraverso questa procedura, si va a dare il tocco finale di un quadro.

Tuttavia, il significato resta invariato, solo che prima era usanza presentarsi durante la procedura, oggi il vernissage è noto ai critici d’arte e ai clienti più in senso metaforico: un’occasione di autocelebrazione per l’artista.

Adesso che avete ben compreso il contesto, potete immaginare che presentarsi in maniera impeccabile sia del tutto fondamentale. Alcune di voi, a primo impatto, sottovaluterebbero quest’aspetto ma in realtà non sapete affatto con chi potreste relazionarvi in quel momento. Pensate se dovessero esserci persino dei giornalisti che vorrebbero sapere la vostra opinione… vi nascondereste dalla vergogna per il vostro look poco consono!

E allora, scopriamo insieme alcune possibili acconciature per vernissage!

Chignon

Lo chignon è sicuramente uno dei grandi classici delle pettinature in stile elitario. Inoltre, è una delle acconciature più amate dalle attrici francesi! Per chi ha i capelli lunghi e non ha modo di correre al parrucchiere per un’acconciatura perfezionata, può benissimo optare per uno chignon, posizionato dietro al collo, accompagnato da una riga al centro, per dare quel senso di ordinato.

Se dovesse sembrarvi un po’ troppo semplice, impreziosite il vostro volto con degli orecchini impreziositi di strass o perle. In aggiunta, puntate sul make up che non deve assolutamente apparire volgare: bastano delle sopracciglia ben curate, un filo di mascara, un bel rossetto ed il gioco è fatto!

Taglio medio sciolto

Sappiamo benissimo che il taglio medio non è facile da gestire, in particolar modo per chi ha di natura i capelli crespi. A chi appartiene a questa categoria, in occasione di un vernissage, si consiglia di lasciarli sciolti e mossi.

La chioma però, non deve assolutamente sembrare trasandata: con l’aiuto di un ferro o una piastra, create delle onde morbide e naturali, che andrete a fissare con un po’ di lacca!

Chi invece possiede una mezza lunghezza super liscia, può tranquillamente lasciare i capelli invariati, aggiungendo una spilletta laterale (in questo periodo vanno tantissimo di moda quelle con le perle o con i glitter) o un cerchietto non troppo vistoso ma allo stesso tempo particolare.

Un esempio? Quelli in velluto un po’ bombati (in inglese noti come velvet headband), uno dei must del momento!

Raccolto con trecce

Per realizzare questo look, a differenza dei due precedenti, necessiterete di una mano. Tuttavia, il raccolto con trecce è più complesso da realizzare, in quanto consiste nel creare delle trecce morbide (e dunque non troppo strette) che saranno poi attorcigliate e piegate sulla testa, quasi a formare un cestino.

Inoltre, per fissarle, avrete bisogno di alcune forcine. Nell’eventualità in cui nessuno dovesse aiutarvi, date uno sguardo ai video tutorial: sul web ce ne sono tantissimi!

Ponytail

Ponytail è un termine inglese che sta per coda di cavallo. Adatta per chi ha i capelli lunghi (sia lisci che mossi) è un’acconciatura facile da metter su: esiste sia nella variante alta, che bassa e annodata con una ciocca di capelli che andrà a coprire la presenza dell’elastico. Semplice, versatile ma allo stesso tempo chic!

Insomma, basta poco per creare delle acconciature da vernissage impeccabili! Quale vi è piaciuta di più?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.