CONDIVIDI
Come e quanto la modernità ha modificato le abitudini e lo stile di vita dei giovani.

L’arrivo dell’adolescenza porta una serie di squilibri ormonali, lo sappiamo da sempre. Negli ultimi anni però, si sono registrati dei cambiamenti in merito alle abitudini dei giovani. Ecco una top 3:

1. La dipendenza dalle nuove tecnologie

L’introduzione di smartphones, tablet e altri dispositivi elettronici, ha portato ad un vero e proprio declino di valori e sentimenti, crisi d’identità e calo d’autostima. Stando alle statistiche, i ragazzi trascorrono tantissimo tempo (troppo) dinanzi a uno schermo, immergendosi completamente nel mondo virtuale, ignorando così tutto ciò che li circonda. Tralasciano gran parte delle interazioni sociali dal vivo e preferiscono isolarsi.

E tutto questo ha degli effetti negativi non soltanto a livello psicologico ma anche fisico: secondo Jean M. Twenge, professore di psicologia dell’università di San Diego, facendo riferimento al periodo che va dal 2012 al 2016 ha constatato che “la percentuale di adolescenti in possesso di uno smartphone ha superato il 50%; di gran lunga il più grande cambiamento nella vita dei ragazzi è stato l’aumento della quantità di tempo trascorso sui dispositivi digitali influendo negativamente sulla qualità del sonno. Tra i ragazzi non c’è più lo stesso benessere psicologico di un tempo”. Egli si riferisce al contesto americano ma in realtà i dati coincidono perfettamente con quelli europei o comunque dei Paesi più sviluppati.

2. Alimentazione sregolata e sedentarietà

Tantissimi adolescenti soffrono di Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA): l’obesità, risulta essere in costante crescita. Si mangia in maniera scorretta (e il boom dei fast food contribuisce notevolmente), non si segue un regime sano e si prediligono cibi grassi e bevande zuccherate. A tutto questo bisogna aggiungere la sedentarietà. Tale fattore è strettamente legato al punto precedente, ossia l’incremento delle nuove tecnologie. La maggior parte dei giovani non svolge attività fisica: non intendiamo necessariamente la palestra ma anche delle semplici passeggiate. Si predilige l’utilizzo dei mezzi pubblici o delle auto, anche quando bisogna fare giusto due passi!

Tuttavia, i social network hanno portato anche ai disturbi opposti, ossia anoressia e bulimia. Ad esempio Instagram, nato come un semplice posto virtuale in cui condividere i propri scatti “artistici”, è quasi diventato l’unità di misura per la bellezza. Attraverso l’utilizzo di filtri, Photoshop e altri programmi di modifiche, ci si trova dinanzi a foto non sempre realistiche, che trasmettono messaggi sbagliati. Si tende ad imitare, puntando alla perfezione fisica, in maniera ossessiva. Si rinuncia così, ad alimenti essenziali per il nostro organismo e si generano disturbi che a lungo andare potrebbero scaturire seri danni alla salute.

3. Uso eccessivo di alcol e fumo

Decenni fa, quando si veniva sorpresi a fumare o a bere alcoolici in età minorile erano punizioni serie. Adesso, i genitori donano ai propri figli un’educazione molto meno rigida, lasciandoli così liberi di bere e fumare anche alla luce del Sole alla tenera età di 12-13 anni. Ovviamente, il fisico ne risente tantissimo. Sebbene la vita si sia allungata, ci si ammala ugualmente di salute. Le statistiche italiane rivelano che quasi il 10% dei minorenni, fuma più di 20 sigarette al giorno. Riguardo gli alcolici invece, il 30% pratica il Binge Drinking, ossia bere repentinamente, fino ad ubriacarsi e a stare male, solo per farsi notare e/o accettare dai coetanei. Insomma, dei dati che non promettono niente di buono.

In conclusione, possiamo affermare che la modernità abbia sicuramente portato una serie di disagi fisici e psichici agli adolescenti ma è bene non fare di tutta l’erba un fascio: esistono anche giovani che fanno un buon uso delle tecnologie, seguono un regime alimentare corretto, svolgono attività fisica, prediligono i rapporti sociali dal vivo, hanno una buona educazione ma soprattutto possiedono ancora dei valori, degli ideali, dei sogni a cui credere ma soprattutto dei sentimenti reali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.