CONDIVIDI

Il taglio del momento è il wob

Il Wob termine che deriva da wavy bob, è il taglio di capelli più sfoggiato dalle star in questo periodo. C’è chi lo porta con uno stile un po’ rétro, chi invece ha deciso di sfoggiare un wob più ribelle e spettinato. Ma che si decida di portarlo in un modo o in un altro questo è decisamente il look che più spopola tra le donne; famose o meno.

Ma il realtà che cos’è il wob? È il classico caschetto molto di moda negli anni 60, ma che oggi viene rivisitato per dare a questo taglio tutta la contemporaneità dei giorni nostri. Il wob si presenta quindi come una pettinatura destrutturata e molto più leggero e naturale della sua versione precedente. La sua lunghezza può arrivare dalla mandibola a fin quasi le spalle, ha anche un bellissimo effetto ondulato e può essere portato sia con la riga al centro che di lato.

A chi sta bene il wob

Gli esperti ci avvertono che il wob non è un look che sta bene a tutte le donne. Infatti chi ha il viso troppo rotondo o quadrato dovrebbe evitarlo; così come chi ha i tratti particolarmente marcati. Questo taglio di capelli, infatti, evidenzia troppo la forma del viso ed i suoi eventuali difetti. Se siete donne che presentano queste particolari caratteristiche, allora gli hairstylist vi consigliano di portare la versione più lunga del wob: il wob long per intenderci che è anche esso molto di moda di questi tempi.

Esso è adatto a alle caratteristiche fisiche appena elencate perché va ad addolcire i lineamenti. Se invece avete un viso spigoloso oppure ovale il wob è il taglio di capelli che fa al caso vostro.

Wob, come portarlo

Se avete dei capelli lisci, gli esperti vi consigliano di farli asciugare al naturale e con il ferro arricciacapelli creare poi delle onde più o meno strette.  Se poi volete creare uno stile un pochino più rock, allora dovrete solamente rendere mosse le ciocche fino a tre quarti, e lasciare poi le punte separate.

Chi al contrario ha i capelli ricci, dovrebbe lavorarli quando essi sono ancora un po’ umidi. Mettete una noce di cera assieme ad una di olio così potrete ammorbidire la vostra chioma ed eliminare del tutto l’odioso effetto crespo. Fatto ciò attorcigliate i vostri capelli a mo’ di dread e asciugateli a bassa potenza.  Per finire muovete la testa in giù per ottenere un effetto spettinato ma allo stesso tempo morbido e composto.

Le diverse versioni del wob

Con il termine sob, gli addetti ai lavori intendono una versione più corta del classico wob o carré. Katie Holmes ad esempio sfoggiò questa pettinatura nel lontano 2008. La lunghezza del taglio va a coprire solamente la nuca, e di solito è anche caratterizzata da due ciuffi che “cadono a piombo” portati con la riga laterale.

Altra versione molto apprezzata è il Bwob, termine che deriva dalla fusione di Bangs+Wob. In questo caso avremo una lunghezza che arriva appena sotto le orecchie; ed il taglio è caratterizzato dal classico stile ondulato tipico del wob. Ma a differenziarlo dalla sua versione originale è la frangia che può essere portata lunga oppure a mo’ di ciuffo.

Del Lob ovvero long wob, vi ho già accennato prima. Si tratta di un carré la cui lunghezza sfiora la base del collo e va allungandosi leggermente nella parte anteriore. Questa particolare versione del taglio sta bene soprattutto ha chi ha gli zigomi sporgenti.

Ultima versione di cui vi voglio parlare è il very lob cioè very long wob. Come potrete dedurre dal nome, si tratta di una versione molto lunga del taglio, che va a coprire tutto il collo ed arriva fino alle clavicole. Se poi volete portare questo taglio in maniera più innovativa allora fate la riga in mezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.