CONDIVIDI

Il viaggiatore del tempo

James Oliver non è un uomo normale; è un viaggiatore del tempo e arriva dal futuro precisamente dal 6491, e la sua storia in queste ore sta facendo letteralmente impazzire il web.

Molti penseranno che Oliver sia l’ennesimo tizio un po’ svitato che credi di provenire dal futuro, ma c’è un piccolo particolare. L’uomo è stato sottoposto anche alla macchina della verità e il suo racconto risulta essere veritiero. 

La sua storia

Oliver ha raccontato non solo di provenire dal futuro, ma di essere anche un alieno. Proviene infatti da un altro pianeta, dall’anno 6491, e a causa di un guasto che ha avuto la sua navicella adesso è bloccato nel nostro tempo e sul nostro pianeta. 

Il presunto alieno, però ha un forte accento di Birmingham con qualche piccola inflessione americana, e ciò di sicuro non lo aiuta a farci credere al suo racconto. 

Comunque Oliver ha anche raccontato come sarà il futuro, e stando alle sue dichiarazioni arriverà un giorno in cui vi sarà ordine e pace su tutti i pianeti. Questo sarà possibile grazie all’intervento di una specie di federazione intergalattica che manterrà l’ordine interplanetario. 

«I vostri anni sono diversi dai miei – dice in un video in cui, guarda un po’, la sua faccia è offuscata – Il mio pianeta è più lontano dal sole di quanto lo sia il vostro, quindi gli anni sono più lunghi. Stiamo cercando ogni giorno nuovi pianeti e galassie, ma nella maggior parte dei casi non troviamo tracce di vita. Su alcuni pianeti, però, la vita c’è, e in molti casi con forme di intelligenza più avanzate della vostra.

Esistono vari conflitti tra umani e alieni, ma la maggior parte è sotto il controllo dalla Federazione che opera per il mantenimento della pace. Naturalmente conosco molti alieni: alcuni di loro sono tra i miei migliori amici e vengono a trovarmi a casa». Dichiara l’alieno viaggiatore del tempo. 

Cenni dal futuro

Oliver continua il suo racconto con delle rivelazioni strepitose. Afferma infatti che nel futuro il riscaldamento globale peggiorerà, ed il pianeta terra diventerà molto più caldo. 

James Oliver ha poi svelato che nel futuro tutti noi avremo un nostro personale sistema di intelligenza artificiale che si chiamerà Siri. Guarda caso avrà lo stesso nome dei sistemi operativi Apple odierni. 

Ma Oliver però è stato anche messo alla prova, e gli è stato chiesto chi sarà il prossimo Presidente degli Stati Uniti, e la sua furba risposta è stata: “ci sono «restrizioni su quello che posso dirvi sul futuro”. 

Ma a tutto ciò sorge un dubbio spontaneo: Ma che macchina della verità hanno utilizzato per sottoporre al test quest’uomo? Dovremo cominciare realmente a preoccuparci se tutti gli esiti sono come questi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.