CONDIVIDI
20090515-CRO-TORINO MANIFESTAZIONE DEGLI STUDENTI CONTRO LA CHIUSURA DELL'UNIVERSITA'FINO A MARTEDI PER IL G8.nella foto l'universita chiusa.ANSA Tonino Di Marco/

Torino, professore universitario chiede prestazioni sessuali in cambio di voti.

La richiesta di prestazioni sessuali in cambio di voti è purtroppo una realtà esistente in Italia.
E’ a Torino che si ripresenta la vicenda, presso l’Università di Giurisprudenza.

Un professore associato, infatti, è stato messo ai domiciliari per aver abusato del suo poter ed aver richiesto sesso e foto intime ad una studentessa, minacciandola di rendere pubblici alcuni aspetti della sua vita privata ed intima.

Il professore avrebbe promesso a quest’ultima il massimo dei voti nella sua materia. Oltre ad aver abusato della sua posizione come insegnante, il professore di 47 anni in questione, avrebbe abusato anche della figura di relatore di tesi. 

In questi giorni, la Procura sta verificando che non ci siano stati altri episodi simili, convocando ed interrogando altre studentesse dell’università che potrebbero aver ricevuto queste richieste. La Procura spera: “che altri eventuali simili episodi, allo stato sconosciuti, siano resi noti agli inquirenti”, auspicando nella piena sincerità delle interrogate.

Il professore di quarantasette anni è al momento ai domiciliari, presso la sua casa di Bologna, luogo in cui i carabinieri stanno eseguendo la misura cautelare dettata dalla Procura di Torino.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.