CONDIVIDI

Sindrome tunnel carpale: sintomi e cause

Formicolio, bruciore, senso di intorpidimento misto a prurito al palmo della mano e alle dita, sopratutto al pollice, indice e medio: sono questi i sintomi che contraddistinguono la sindrome del tunnel carpale.

Il tunnel carpale è un passaggio stretto e rigido costituito dal legamento e dalle ossa alla base della mano che ospita il nervo mediano e i tendini. La sindrome si manifesta quando il nervo mediano è sottoposto a pressione o schiacciamento all’altezza del polso.

Tale nervo controlla la sensibilità del lato palmare delle dita (ad eccezione del mignolo) e gli impulsi diretti verso alcuni piccoli muscoli della mano che permettono il movimento delle dita.

Questa patologia, se non curata a dovere, può compromettere irreparabilmente i muscoli alla base del pollice, pregiudicando così l’utilizzo delle mani.

Dal momento che i sintomi si manifestano con gradualità, è piuttosto frequente che vengano sottovalutati. Ma vista l’importanza di una diagnosi precoce, ci si dovrebbe recare dal medico fin dai primi segnali di formicolio e addormentamento al palmo della mano e alle dita. I sintomi tendono ad aggravarsi col passare del tempo, fino a rendere difficoltose tutte quelle attività che prevedono l’utilizzo delle mani, ciò accade perché la forza per esercitare la presa diminuisce sensibilmente.

La sindrome del tunnel carpale è il risultato di una serie di cause e fattori di rischio. Le donne, stando ai numerosi studi effettuati, risultano più esposte rispetto agli uomini, così come coloro che svolgono professioni che li portano a un utilizzo costante e ripetitivo delle mani: operai manifatturieri, cucitori, finitori, donne delle pulizie e operai che si occupano del confezionamento di carne, pollame o pesce.

Molto probabilmente si tratta di un disturbo congenito dovuto al fatto che in alcune persone il tunnel carpale è più piccolo, condizione che aumenta le probabilità di sviluppare la sindrome.

Altri fattori di rischio sono: traumi, iperattività dell’ipofisi, ipotiroidismo, artrite reumatoide, problemi al legamento del polso, stress lavorativo, uso manuale ripetuto di strumenti che producono vibrazioni, ritenzione idrica durante la gravidanza o la menopausa, cisti o tumore all’interno del canale.

Corrono inoltre un rischio maggiore le persone affette da diabete o da altri disturbi del metabolismo.

Dolore al braccio sinistro e formicolio

La sensazione di dolore al braccio sinistro e formicolio spesso porta a temere il rischio di un infarto, ma bisogna tener presente che i sintomi di un infarto comprendono anche un senso di oppressione e di dolore al centro del petto che cresce con le ore, sudori freddi, dolori nella zona epigastrica (la parte centrale della metà superiore dell’addome), respiro affannoso.

Dunque se il dolore al braccio sinistro è isolato e non accompagnato da altri sintomi, non si tratta di infarto. In particolare, se si tratta di un dolore al braccio sinistro di notte, il motivo potrebbe essere in primo luogo un indolenzimento dovuto al fatto di aver dormito sopra il braccio oppure in una posizione poco comoda; e solitamente questo comporta una sensazione di formicolio.

Dolore al braccio sinistro : collo e mano

Per la stessa ragione si può avvertire un dolore al braccio sinistro e collo: una posizione scorretta nel sonno durante la notte oppure un colpo d’aria possono essere causa di fitte e indolenzimento della zona cervicale, della spalla e del collo.

Se invece si avverte dolore al braccio sinistro e alla mano potrebbe trattarsi di una più complessa sindrome del tunnel carpale: in questo caso formicolio e intorpidimento di braccio e mano possono essere sintomi di questa malattia che colpisce soprattutto le donne – ma anche gli uomini – ai centri nervosi periferici (mano, polso, dita). La sindrome del tunnel carpale si cura chirurgicamente oppure attraverso l’utilizzo di tutori o stecche rigide per il polso e la mano, che possono essere indossati anche nel corso delle normali attività lavorative.

È sempre opportuno rivolgersi al medico per la corretta diagnosi e cura di qualunque tipo di malessere.

Formicolio braccio sinistro e mano

Spesso si pensa subito a un infarto quando si avverte una sensazione di formicolio e dolore al braccio sinistro e alla mano; tuttavia i sintomi dell’infarto comprendono anche altri fattori quali per esempio un dolore al petto accompagnato da una crescente sensazione di oppressione.

Le cause del formicolio al braccio sinistro possono essere in primo luogo legate a una posizione scorretta: se si percepisce una sensazione di formicolio al braccio sinistro notturno, durante il sonno, per esempio, potrebbe semplicemente essere dovuto al fatto di aver dormito sopra al braccio; oppure allo stesso modo potrebbe essere un dolore dovuto ad una posizione scomoda tenuta durante le attività quotidiane lavorative o di studio, che potrebbe provocare dolore al braccio e alla mano.

Tra le cause di formicolio al braccio sinistro ci sono anche la sindrome del tunnel carpale – una malattia che riguarda le terminazioni nervose quali dita, mani e polso – e la tendenza a compiere determinati movimenti e azioni in modo ripetuto con la mano sinistra. Questo può valere soprattutto per i mancini.

Anche l’ernia del disco cervicale si annovera tra le cause di formicolio al braccio sinistro: l’ernia cervicale, infatti, può schiacciare le terminazioni nervose del collo provocando dolore e intorpidendo anche il braccio.

 

Dolore al braccio destro

Che cosa significa sentire dolore al braccio destro? Le cause possono essere tante e tutte diverse tra loro ma di solito preoccupano meno rispetto a un dolore al braccio sinistro.

Vediamo però da che cosa può essere provocato:

  • contratture muscolari: inavvertitamente, con un movimento brusco durante la vita quotidiana, potete esservi creati delle lesioni muscolari. In questo caso il dolore si percepisce solo facendo certi movimenti con il braccio
  • lesioni e traumi: il braccio può essere stato vittima di una contrattura ma anche di stiramenti, strappi muscolari, contusioni o fratture
  • tendinite: in particolare se il dolore è localizzato nella parte esterna del gomito può trattarsi di epicondilite o gomito del tennista
  • artrosi cervicale: è uno dei disturbi più diffusi dovuto a una degenerazione delle vertebre del collo ma che può farsi sentire anche lungo il braccio
  • scoliosi: è una patologia che interessa la colonna vertebrale ma purtroppo a volte a risentirne è anche il braccio destro
  • errata postura: magari avete dormito appoggiandovi con tutto il peso da quella parte e quindi è normale sentirla indolenzita o percepire un formicolio
  • reflusso gastroesofageo: nonostante sia una patologia che interessa la zona toracica può capitare che il dolore si diffonda anche al braccio
  • cattiva circolazione o attacchi cardiaci: di solito in questi casi è il braccio sinistro a far male ma può capitare che il dolore invece colpisca la parte destra del torace o il braccio destro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.