CONDIVIDI

Trucco permanente come funziona

Il trucco permanente, chiamato anche semipermanente, micropigmentazione, tatuaggio estetico correttivo o dermopigmentazione, è ideale per quelle donne che vogliono essere sempre in ordine e non hanno molto tempo da dedicare al make-up. Permette di modificare e valorizzare il contorno delle labbra e degli occhi e ridefinire la forma delle sopracciglia. È adatto sia alle donne adulte che alle più giovani.

Trucco permanente è pericoloso?

E’ una disciplina estetica che consiste nell’introduzione di pigmenti bioriassorbibili nel derma, mediante un ago non cavo. È il risultato dell’unione tra il tradizionale mondo del make-up e quello del tatuaggio artistico. Permette di valorizzare alcuni tratti del viso, come gli occhi, le labbra e le sopraciglia, ma viene utilizzato anche in altre parti del corpo, ad esempio, per ricostruire l’areola mammaria in seguito a interventi chirurgici o per pigmentare il cuoio capelluto in caso di alopecia e calvizie.

Trucco semipermanente come si fa

La fase di realizzazione è preceduta da quella di consulenza pre-trattamento, durante la quale l’operatore ascolta il cliente in merito al tipo di trattamento che vorrebbe fare e dà consigli. È il momento in cui viene deciso il trucco permanente che poi verrà messo in pratica in fase di realizzazione. Gli strumenti impiegati sono il puntalino sterile e il pigmento sterile, utilizzati per disegnare la traccia. Prima di procedere, l’operatore sceglie l’applicatore e prepara la zona con prodotti specifici, poi esegue il trattamento e verifica che questo sia avvenuto nella maniera corretta. Infine, vengono applicati i prodotti necessari post-trattamento ed esposte al cliente le direttive da seguire nei giorni successivi. Dopo circa un mese il paziente dovrà recarsi nuovamente dall’operatore per il “fissaggio”, ovvero la seconda fase del trattamento di trucco permanente, importante per garantire il deposito del pigmento e la sua tenuta nei mesi successivi.

trucco permanente

Durata

Varia dagli 8 ai 12 mesi. Se si effettua il fissaggio, è possibile che il trucco arrivi all’anno in buone condizioni, in caso contrario sarà difficile raggiungere gli 8 mesi. La durata del trattamento è legata a vari fattori: il potere di fagocitosi nell’individuo e l’età, la capacità di cicatrizzazione post-trattamento, il tipo di pigmento inserito nel derma, i tempi di esposizione al sole o a lampade abbronzanti, l’assunzione di farmaci tipo anticoagulanti e cortisonici, la tecnica manuale impiegata per la dermopigmentazione e la conformazione anatomica della cute. La scomparsa è graduale, non avviene dall’oggi al domani, e per una sparizione totale possono volerci dai 2 ai 5 anni. Nella stragrande maggioranza dei casi la zona torna come prima del trattamento, ma può succedere che rimanga un alone (quasi invisibile) sulla parte trattata. I tempi di totale scomparsa del colore sono maggiori per la bocca, minori per contorno occhi e sopracciglia.

Costi

Un trattamento eseguito da un operatore competente e con strumenti specifici ha un costo che oscilla tra i 400 e i 900 euro.

Controindicazioni

Il trucco permanente è altamente sconsigliato a chi è allergico agli ossidi di ferro, a chi soffre di malattie emocoagulative o cardiovascolari, a chi ha contratto l’epatite e chi ha problemi di cicatrizzazione.

La rimozione

È possibile tornare indietro ed effettuare la cancellazione del trucco ma si tratta di una decisione molto costosa: ben sei volte tanto il costo del trattamento stesso. L’unica persona in grado di farlo è il medico, mediante il LASER Q-SWITCH. Sono necessarie dalle 4 alle 10 sedute (a distanza di circa 40-50 giorni l’una dall’altra) e potrebbe essere doloroso.

come-fare-trucco-permanente

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.