CONDIVIDI

Un gruppo di ricercatori della John Hopkins University di Baltimora, ha messo a punto un nuovo test del sangue, capace di rilevare otto delle forme tumorali più diffuse al mondo.

Come funziona il test

Questo nuovo test, abbina l’analisi del DNA a quella delle proteine tumorali. Esso ha un valore di affidabilità che varia dal 69 al 98% dei casi, a seconda del tipo di tumore. 

Il test, che hanno chiamato CancerSEEK, è stato sperimentato su oltre 1000 malati di cancro, e nel 70% dei casi, ha dato un risultato positivo.

Lo studio 

L’analisi condotta dai ricercatori, capitanati da Joshua Cohen, è riuscita ad evidenziare le mutazioni di 16 geni tumorali, insieme ai livelli di 10 proteine circolanti nel sangue, per il cancro del seno, fegato, ovaie, polmone, stomaco, pancreas, esofago e colon retto. 

Il test per il momento è stato provato soltanto su individui già affetti da cancro, ma In futuro potrà essere utilizzato al fine di intervenire precocemente sulla malattia, anche un anno prima che essa sia effettivamente visibile agli strumenti diagnostici. 

Grazie a questo rivoluzionario test del sangue, sarà quindi possibile aumentare notevolmente le probabilità di sopravvivenza dei pazienti. 

Ad oggi, però il test non riesce a rivelare ogni singolo tumore. 

È comunque in grado di evidenziarne molti, che altrimenti non sarebbero mai stati scoperti. 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.