CONDIVIDI

Sventata organizzazione criminale che rubava ad anziani e invalidi

I carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, hanno condotto una maxi operazione che ha portato all’arresto di un’organizzazione criminale che svuotava i conti correnti di anziani e invalidi. 

Le forze dell’ordine, hanno preso in custodia 29 persone. Esse sono tutte componenti di due gruppo criminali che si appropriavano in modo illecito di  titoli, buoni fruttiferi, libretti postali e liquidità su conti correnti.

Ad essere i più bersagliati da questi malviventi, erano le persone anziane o gli invalidi. I malviventi riuscivano a portare a termine i loro piani di rapina grazie ai direttori degli tessi uffici e dei dipendenti che ci lavoravano. 

I poveri malcapitati, subivano furti per diverse migliaia di euro senza che se ne rendessero conto. Quella portata avanti dai carabinieri, è stata davvero un’indagine molto lunga che ha avuto inizio nel 2014. 

Come avveniva la truffa

Ma come funzionava la truffa ai danni di queste ignare vittime? In parole povere, i dipendenti di alcuni uffici postali, dietro compenso attestavano una falsa paternità dei trasferimenti di denaro. Permettendo così, con le loro credenziali di accesso al sistema di Poste italiane di riciclare denaro.

 Al setaccio dei carabinieri sono finite migliaia di operazioni illecite a danno di ben 45 cittadini risparmiatori. Tra gli arresti, poi, ci sarebbero anche un paio di persone molto vicine all’’ndrangheta di Siderno, e anche due ex direttori di uffici postali di Reggio Calabria. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.