CONDIVIDI

LO SPORT ALZA LA SOGLIA DEL DOLORE

Che lo sport abbia innumerevoli benefici si sapeva già da tempo.

Lo sport non è da consigliare ma sarebbe da prescrivere, non può prescindere dalla nostra vita.

Di continuo veniamo a conoscenza di diversi e nuovi benefici che il moto è in grado di apportare ed oggi riportiamo un insieme di ricerche interessanti che testimoniano il fatto che gli sportivi abbiano una soglia più alta della percezione del dolore.

Si tratta di una METANALISI, cioè la rilevazione di un dato statistico risultante dal riassunto di diverse ricerche coinvolte nelle discipline scientifiche e mediche.
Una serie di metodi matematico-statistici per integrare i risultati di diversi studi clinici, miranti ad ottenere un unico indice quantitativo di stima che permetta di trarre conclusioni più forti rispetto a quelle che si otterrebbero dal singolo studio.

Dunque una REWIEW di tutta una serie di studi con lo scopo di valutare tali fattori.
Negli studi presi in considerazione vengono spesso raggruppati dei campioni di individui, ponendo da un lato persone sedentarie o comunque non praticanti attività, dall’altro persone attive che praticano una qualche attività sportiva.

Attraverso alcuni test per l’analisi della percezione del dolore è venuto fuori che il campione di persone che pratica moto possiede una migliore sopportazione del dolore.

Tale sopportazione però non dipende da una effettiva soglia più alta, bensì da una sua differente elaborazione del fenomeno e da una maggiore abilità nel tollerarlo.

Inoltre rispetto a quanto si possa pensare gli atleti più resistenti non risultano essere quelli che praticano sport più duri come la lotta, pugilato o pesistica ma quelli che sono impegnati nei cosiddetti sport sferistici ovvero sport con la palla.

Più in generale gli sport di gruppo sono quelli che aiutano in misura maggiore ad elaborare lo sforzo e metabolizzare la sofferenza in misura maggiore.

Tali attività basano il loro lavoro sulla motivazione di gruppo e quindi sul lavoro di squadra. Ciò influisce particolarmente sull’approccio cognitivo e psicologico a una condizione di stress come può essere il dolore.

Gli sportivi agonisti allenano la mente e la preparano così da ottenere una maggiore concentrazione, motivazione e dissociazione da tutto ciò che è considerato esterno rispetto all’ azione o all’ obiettivo che si sono prefissati; tenendo anche in considerazione la loro predisposizione alla fisiologica liberazione di endorfine prodotta in misura maggiore per sostenere la prestazione.

Dott. Giuseppe Scalercio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here