CONDIVIDI

Il killer in fuga si costituisce

Si tratta di Francesco Olivieri, un trentaduenne che venerdì scorso, durante una sparatoria nel vibonese ha ucciso 2 persone  e ne ha ferite altre tre. La sua fuga ha avuto fine quando l’uomo ha deciso di costituirsi alle autorità competenti la scorsa notte.

I carabinieri hanno preso in custodia il killer e lo hanno scortato in caserma, dove il PM lo ha sottoposto ad un interrogatorio. 

Ieri le autorità avevano trovato l’auto di Olivieri, che era stata bruciata. All’interno di ciò che rimaneva dell’auto, però non è mai stato ritrovato il fucile con il quale l’assassino ha commesso il reato. L’uomo al momento dell’arresto non era in possesso dell’arma del delitto. 

Durante l’interrogatorio, il killer è stato sentito sul movente, che lo ha portato ad uccidere Nicotera Giuseppina Mollese e Michele Valerioti, che ha ucciso dopo averli raggiunti nelle rispettive abitazioni. 

Nel corso dell’interrogatorio, Olivieri è stato assistito dal suo avvocato difensore di fiducia: Francesco Shimio

Riguardo a ciò che è stato dichiarato durante l’interrogatorio, ancora non è trapelata nessuna informazione. 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.