CONDIVIDI

La piccola Sophie Taricone, oggi tredicenne, è nata dall’intensa storia d’amore tra l’attrice e modella polacca Kasia Smutniak ed il compianto Pietro Taricone.

Una storia iniziata nel 2003 e finita il 29 giugno 2010 per quel tragico incidente che ha lasciato tutti con l’amaro in bocca.

La prima foto rara ritraeva Sophie tra le braccia di papà e mamma prima della tragica scomparsa di Pietro Taricone: il suo visetto felice mentre Pietro le schiocca un bacio sulla guancia è criptato.

L’immagine è più unica che rara considerando la riservatezza dei genitori, che hanno sempre voluto tenere nettamente separata la vita privata dal loro lavoro nel mondo dello spettacolo.

A settembre dello scorso anno, il settimanale Diva e Donna ha pubblicato alcuni scatti della dolce dodicenne in vacanza con la madre, il fratellino Leone e l’attuale compagno di Kasia Smutniak, Domenico Procacci.

Il mese successivo (ottobre 2016), Kasia ha deciso di presentare al pubblico in veste ufficiale la sua primogenita ormai cresciuta e bellissima per un’iniziativa importante.

Sophie Taricone e l’abbraccio paterno durato poco meno di 6 anni

Sophie Taricone nasce il 4 settembre 2004. Suo padre Pietro muore a soli 35 anni in un drammatico incidente con il paracadute il 29 giugno 2010, quando lei non ha ancora 6 anni compiuti.

Mamma Kasia ha preferito non portare con sé ai funerali del papà la piccola Sophie.

La foto di quell’abbraccio che vede Sophie stringere forte a sé il padre è un fermo immagine indelebile, che niente potrà mai sbiadire, né il tempo né la memoria. 

Noto per aver partecipato nel 2000 alla prima edizione di Grande Fratello, reality show di Canale 5, Pietro ha poi intrapreso la carriera di attore accettando ruoli in film (tra cui Ricordati di me, Radio West e Maradona – La mano de Dios) e fiction televisive (Distretto di Polizia 3, Codice rosso). E’ stato proprio sul set di Radio West, nel 2003, che il papà di Sophie ha conosciuto sua mamma Kasia.

La passione per il paracadutismo (condivisa con Kasia, che a 16 anni ha ottenuto il brevetto di pilota di alianti) gli è costata la vita: per una manovra azzardata o sbagliata, è precipitato al suolo durante un lancio nei pressi di Terni. Nove ore di intervento non sono serviti a salvargli la vita.

E’ stato sepolto con la tuta da paracadutista e le scarpe da trekking ma sua figlia Sophie Taricone lo ricorderà vivo, con quelle braccia forti e quei baci, pronto a lanciarsi per un brivido in più nella sua passione eterna.

La prima volta pubblica di Sophie Taricone sul red carpet

Il 25 ottobre dello scorso anno Sophie Taricone esce allo scoperto sfilando sul red carpet insieme alla mamma Kasia ed al suo compagno, il produttore Domenico Procacci a cui è legata dall’estate del 2011. Il piccolo Leone, fratellino di Sophie di 2 anni, nato dall’unione di Kasia e Domenico, è rimasto a casa.

Sophie è cresciuta, ha 12 anni ed è la sua prima apparizione pubblica. Avanza sul tappeto rosso emozionatissima, con lo sguardo quasi sempre basso che solleva per lanciare sorrisi accennati a sua madre che ricambia per farla sentire a suo agio.

E’ Kasia a deciderlo perché, pur essendo riservata riguardo alla sua vita privata, si tratta di un’occasione importante: il gala benefico per Amatrice organizzato due mesi dopo il violento terremoto del 24 agosto 2016 che ha colpito gli abitanti del borgo dell’Italia centrale.

Sophie ‘paparazzata’ al mare con la famiglia

Un mese prima dell’apparizione pubblica (fine settembre 2016), la dodicenne Sophie Taricone compare per la prima volta in un servizio pubblicato sul settimanale Diva e Donna.

E’ in vacanza al mare con la mamma Kasia ed il fratellino Leone e Domenico Procacci.

Le immagini ‘paparazzate’ sono quelle di una famiglia felice e serena che si gode gli ultimi giorni dell’estate, di una madre tenera e premurosa con la sua bella primogenita che tanto le ricorda Pietro.

La nascita di Sophie aveva dato un senso nuovo alla vita di Pietro Taricone, una fase diversa durante cui aveva abbandonato il mondo dello spettacolo per dedicarsi a progetti più ambiziosi, realizzati solo in piccola parte.

 

Sophie e Kasia in Nepal

Al di là del suo lavoro nell’ambito dello spettacolo, la mamma di Sophie Taricone ha un mondo tutto suo, molto più profondo, da costruire, che avrebbe voluto realizzare con Pietro.

Il suo progetto per aiutare le popolazioni del Nepal è stata un’idea di lui che, nonostante il grave lutto, Kasia ha voluto portare avanti attraverso “Pietro Taricone Onlus”, l’associazione no-profit che lei ha creato.

In Nepal, dove è tornata insieme a sua figlia Sophie nell’estate 2015, vuole costruire una scuola per bambini. Vuole trasmettere a sua figlia quel grande senso di amore per la vita e per gli altri che sicuramente suo padre le avrebbe trasmesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.