CONDIVIDI

La social card, o reddito di inclusione REI, è un aiuto economico a beneficio dei disoccupati pensato per contrastare la povertà in Italia, ed è richiedibile dal 1° dicembre 2017.

Grazie a questo metodo, le famiglie con  figli minorenni, figli disabili anche maggiorenni, donne in gravidanza o con almeno un componente di età inferiore ai 55 anni disoccupato, potranno beneficiare di un sostegno finanziario che si aggira intorno ai 400 euro mensili. 

Oltre ai requisiti sopra elencati, bisogna anche rientrare nello stato di difficoltà economica, che si può definire tale se sussistono determinate soglie di reddito. Quindi per accedere alla social card è necessario anche: 

  • Avere un valore ISEE non superiore a 6 mila euro
  • Avere un valore IRSE non superiore a 3 mila euro
  • Non essere titolari di un veicolo immatricolato 12 mesi prima della presentazione della domanda
  • Non essere proprietari di un’auto superiore ai 1.300 cc o di una moto  superiore ai 250 cc, immatricolati nei 24 mesi precedenti la domanda.
  • Possedere un patrimonio immobiliare (esclusa la casa di abitazione) non superiore ai 20 mila euro
  • Valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10 mila euro per le famiglie con più di due componenti, 8 mila euro per le coppia e 6 mila euro per i single.
  • Nessun membro del nucleo familiare, deve essere percettore di indennità a sostegno del reddito per i disoccupati, come la Naspi o Asdi.

La carta potrà essere richiesta presentando domanda presso il comune di residenza da: cittadini italiani, cittadini stranieri facente parte dell’unione europea o da cittadini stranieri che abbiano un familiare titolare del diritto di soggiorno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.