CONDIVIDI

In Italia se sei povero rimani povero

È davvero il primato peggiore del nostro paese quello dell’immobilità sociale; ovvero se nasci povero resti povero, perché difficilmente si riuscirà a cambiare questa situazione. Infatti la nostra vita dipende molto dalla famiglia in cui nasciamo. 

Tutto ciò viene confermato dai dati raccolti dal database della banca mondiale e dal rapporto del  rapporto Fair Progress? sulla mobilità sociale nel mondo. Da qui possiamo infatti constatare spicchi negativamente parlando in tutta Europa. 

Nel nostro paese, infatti quasi la metà del reddito dei figli dipende dal livello di quello dei padri. Questa è una condizione unica in tutta l’Europa continentale, che può essere paragonata solamente a quella del Regno Unito e Stati Uniti. Ma quando si parla di di diseguaglianza delle opportunità, ecco che superiamo anche loro. 

Il titolo di studio

Per quanto riguarda invece il tutolo di studio, quello dei genitori diventa molto meno importante di prima per definire ciò che hanno o avranno i figli. Si rivela poi essere anche poco importante nell’individuare le opportunità di lavoro dei figli, di reddito e anche di benessere. 

LA spiegazione, secondo il rapporto Fair Progress? Sta nel fatto che nei paesi come il nostro, dove c’è un’alta percentuale di disoccupazione; cose come stato sociale,  conoscenze e relazioni amicali hanno un peso più grande rispetto ai paesi dove c’è meno disoccupazione. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.