CONDIVIDI

Finiscono le feste, iniziano gli acquisti! Dopo tutti i soldi spesi in regali di Natale, pensierini per Santo Stefano e lingerie per Capodanno, non si può far a meno di affollare i negozi per i saldi di stagione.

La stagione invernale è arrivata da un po’ ed è risaputo che la gente aspetta momenti più consoni per rinnovare la cabina armadio. Quasi per tutte le regioni, pare che quel periodo dell’anno stia finalmente per arrivare. Di cosa stiamo parlando? Ma dei saldi invernali datati 2019, è ovvio!

Saldi invernali date ufficiali

Ma prima di scoprire le date ufficiali dell’inizio degli sconti, scopriamo come questi nascono e perché portano questo nome.

I saldi, altro non sono che la vendita di capi e oggetti ad un prezzo scontato rispetto a quello originale. Il saldo, d’altronde, è il termine che si usa per indicare la differenza tra le entrate e le uscite di un’azienda. Per questo motivo si parla di saldo in positivo o in negativo. I negozi, dunque, durante le giornate di sconti, non fanno altro che sbarazzare magazzini e negozi di tutta la roba che non è stata acquistata durante tutto l’anno, proponendo dei prezzi a volte ragionevoli, altre volte meno. Ci sono delle leggi che regolamentano il periodo dei saldi e tali leggi risalgono al periodo fascista.

Durante quel periodo erano state introdotte due vendite speciali: quelle straordinarie e quelle di liquidazione. Ai commercianti era permesso di scegliere liberamente quando fare le vendite straordinarie. Nel 1980, però, le Camere di commercio stabilirono che sarebbero stati solamente due i periodi in cui sarebbero stati possibili i saldi e tali periodi non potevano durare più di quattro settimane. Nel ’98, invece, si consegnò l’autorità della scelta delle date alle singole regioni, prediligendo così l’autonomia.

Ed è dunque per questo motivo che tutte le Regioni di Italia possono scegliere liberamente quando iniziare i loro saldi. Quelli invernali corrispondono per quasi tutte le regioni ed è il giornale il Post a pubblicare tutte le date, di seguito riportate:

Saldi date regioni italiane

Abruzzo: 5 gennaio – 5 marzo
Basilicata: 2 gennaio – 1 marzo
Calabria: 5 gennaio – 28 febbraio
Campania: 5 gennaio – 2 aprile
Emilia-Romagna: 5 gennaio – 5 marzo
Friuli Venezia Giulia: 5 gennaio – 31 marzo
Lazio: 5 gennaio – 28 febbraio
Liguria: 5 gennaio – 18 febbraio
Lombardia: 5 gennaio – 5 marzo
Marche: 5 gennaio – 1 marzo
Molise: 5 gennaio – 5 marzo
Piemonte: 5 gennaio – 28 febbraio
Puglia: 5 gennaio – 28 febbraio
Sardegna: 5 gennaio – 5 marzo
Sicilia: 6 gennaio – 15 marzo
Toscana: 5 gennaio – 5 marzo
Umbria: 5 gennaio – 5 marzo
Valle D’Aosta: 3 gennaio – 31 marzo
Veneto: 5 gennaio – 31 marzo
Trentino-Alto Adige: 5 gennaio – 16 febbraio

Saldi Basilicata

L’unica differenza sostanziale si nota per la regione Basilicata che decide di anticipare l’apertura dei saldi di tre giorni, fissandola per il 2 Gennaio, anziché per il 5. Per il resto, le regioni sono libere anche di determinare la durate del periodo di sconti ed è per questo che si differenziano periodi più corti e più lunghi.

E allora gente, preparatevi anche quest’anno ad acquistare perché i saldi stanno tornando e la cabina armadio necessita una ripulita. Ci saranno dei mariti che saranno tutto fuorché felici di accompagnarvi nel vostro shopping irrefrenabile, ma allo stesso tempo ci saranno quelli che gioiranno all’idea dei saldi. Come è possibile? Beh, perché la loro professione è quella di commerciante, no? Gli sconti sono un do ut des, felice il commerciante, felice l’acquirente!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.