CONDIVIDI

E’ in arrivo una vera e propria svolta della medicina estetica per la gioia di  chi non ama gli aghi.

Si tratta di una tecnica anti-età senza iniezioni.  Il suo nome è PRX-T33 ed è un nuovo peeling a base di acido tricloracetico, dall’azione ristrutturante.

 Questo acido già noto  nei primi anni del secolo scorso ha avuto ampio utilizzo come peeling esfoliante. Le sue funzioni sono duplici: indurre una desquamazione epidermica e stimolare il derma , in particolare fibroblasti e  collagene che subiscono un vero e proprio processo rigenerativo.

L’applicazione sarà particolarmente gradita dai pazienti. Niente più  “punturine”, solo  un massaggio profondo che il medico eserciterà secondo le linee di tensione elastica dei tessuti

Il PRX-T33 aiuta  ad eliminare le rughe rassoda la cute, migliora l’idratazione, la compattezza e la luminosità, inoltre riduce le cicatrici dell’acne e le smagliature. L’obiettivo principale però   è quello di rappresentare l’evoluzione della biorivitalizzazione, ovvero  una  tecnica  che permette di ristrutturare e ringiovanire la pelle, inserendo  nel derma le sostanze di cui è carente.

I miglioramenti saranno visibili già dalla prima seduta, ma per  un risultato stabile nel tempo, avremo bisogno di ripetere le sedute settimanalmente per almeno 4-6 volte. Dopodiché  sarà sufficiente una seduta al mese  per il mantenimento dei risultati.
Le iniezioni  di acido ialuronico, aminoacidi e vitamine saranno solo un vecchio ricordo.

peeling

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here