CONDIVIDI

Ipotiroidismo e ritenzione idrica

La ritenzione idrica, nota anche come edema, è un inestetismo che accompagna la vita di molte donne, le sue cause possono essere molteplici. Individuare il motivo scatenante è alla base per combattere in maniera efficace questo problema.

In condizioni normali, i fluidi vengono drenati attraverso il sistema linfatico. La ritenzione idrica si manifesta quando questi fluidi, invece di essere drenati correttamente, rimangono nei tessuti. Le zone maggiormente colpite sono solitamente le cosce, le gambe e i piedi, ma può manifestarsi anche nelle mani, nelle braccia e nelle cavità addominali.

Le cause, come abbiamo anticipato all’inizio dell’articolo, possono essere diverse. Spesso devono essere ricercate nell’alimentazione, soprattutto nel consumo eccessivo di cibi salati, ma non sempre la motivazione principale è questa.

La ritenzione idrica può infatti essere causata anche da problemi legati al funzionamento della tiroide, in particolare all’ipotiroidismo, condizione in cui la ghiandola tiroidea produce livelli insufficienti di ormoni tiroidei. Riconoscere l’ipotiroidismo non è semplice perché i suoi sintomi, quali stanchezza, depressione, stitichezza e la stessa ritenzione idrica, possono essere fraintesi e attribuiti ad altre condizioni.

La ritenzione idrica può quindi essere spia di problemi gravi (anche infezioni renali e cirrosi epatica), per questo è assolutamente necessario rivolgersi a un medico per poter individuare la causa della sua manifestazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.