CONDIVIDI

Ritenzione idrica perdere peso

La ritenzione idrica è un problema soprattutto femminile, un disturbo che spesso si accompagna alla comparsa della cellulite e che, quindi, fa anche danni estetici.

La ritenzione idrica  si manifesta quando fluidi in quantità eccessive si accumulano all’interno del nostro organismo portando gonfiore e pesantezza. I fluidi eccedenti vengono eliminati dai reni, grazie al sistema linfatico e quando ciò non avviene si forma la ritenzione idrica.

La ritenzione idrica è una condizione molto comune, diffusa e spesso sottovalutata. La maggior parte delle donne, infatti, attribuiscono a questo fenomeno il sovrappeso mentre è il sovrappeso che fa rallentare la diuresi e favorisce la ritenzione idrica.

La cura in assenza di patologie importanti è migliorare lo stile di vita, cambiare le abitudini poco salutari  e, quindi, evitare il fumo, il consumo eccessivo di alcolici, cibi salati e caffè. Meglio evitare anche abiti stretti e tacchi alti e non rimanere a lungo in piedi senza modificare la posizione.

Un altro aiuto viene dal movimento, quindi, l’attività fisica fatta in modo giusto combatte molto la ritenzione idrica. E’ altrettanto importante mangiare più verdure che oltre ad aiutare il fegato servono anche per eliminare le scorie, bere molta acqua e mangiare  frutta.

Ritenzione idrica come eliminarla naturalmente

Recatevi in erboristeria dove potete trovare creme come ruscoven (utile anche per chi ha problemi di frafilità di capillari ). Fate massaggi linfodrenanti, tapis-roulant veloce e scegliete di farvi seguire da un nutrizionista.  Pensate che in farmacia vendono addirittura dei collant drenanti anticellulite che hanno la finalità di fare micromassaggi continui così da ridurre il giro coscia perché l’acqua presente tra le cellule va via. Infatti si fa molta pipi. Però bisogna usarli ogni giorno per avere risultati. È ovviamente un consiglio per l’autunno e l’inverno.

In caso di stasi venosa: Partendo dal presupposto che è una patologia piuttosto diffusa che indica evidenti problemi di circolazione, l’unico modo per combatterla è camminare molto, oppure andare al mare, camminando sul bagnasciuga facendo si che l’acqua del mare arrivi a massaggiare bene la gamba nelle zone colpite 
(in genere sotto il ginocchio da metà gamba in giù), 
 Gli OLI ESSENZIALI PIU’ INDICATI per cellulite eritenzione idrica sono il limone, il ginepro, il cipresso, il rosmarino, il pompelmo e la salvia.
Fare massaggio con olio vettore insieme.
Mangia molta verdura cruda, acqua, carboidrati no solo integrale, diminuzione sale, movimento

Acqua: l’organismo ne perde 300 ml in un’ora

La quantità di acqua che perdiamo in un’ ora è di  circa 300 ml, ovvero quanta ne starebbe in una comune lattina di una bibita.

Questo è quanto rileva uno studio dell’Efsa, l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare con sede a Parma.

Secondo gli scienziati per evitare i  problemi  dovremmo bere circa due litri e mezzo d’acqua ogni giorno.

Esattamente la quota che rischiamo di perdere viaggiando ai ritmi di una lattina all’ora.

La regola dei due litri e mezzo non vale per tutti, poichè il fabbisogno varia con l’età, ma è la soglia standard per un adulto.

L’acqua è fondamentale per eliminare scorie e tossine, depurare l’organismo, abbassare pressione, colesterolo, glicemia.

E ancora  per attenuare la ritenzione idrica, migliorare la memoria, regolare l’equilibrio elettrolitico, senza dimenticare i benefici per la pelle.

Rimedi per favorire la circolazione

Per chi soffre di disturbi cardiovascolari, le terapie naturali sono rappresentate solo da coadiuvanti e devono comunque essere assunte sotto controllo medico. Le piante più indicate per aiutare il cuore son quelle a effetto
stimolante, antispasmodica, depurativa e diuretica. Ecco qualche rimedio della tradizione antica:

Decotto di pungitopo: fate bollire 40 g di pungitopo in 0,5l d’acqua per 4-5 minuti, lasciate intiepidire e poi filtrate. Bevete 1-2 tazze di decotto al giorno per 6-7 giorni.
Il vino: bere 1-2 bicchieri di vino rosso o bianco, al giorno, migliora la contrazione cardiaca e aumenta il rendimento del cuore.
L’aglio: se si ha problemi di circolazione, aromatizzate le pietanze con mezzo spicchio d’aglio, che ha proprietà di svolgere un effetto benefico sui vasi sanguigni.
Infuso per le gambe gonfie: mettete in infusione 1 cucchiaino di anice, 1 cucchiaino di salvia, 1 cucchiaino di basilico, 1 cucchiaino di verbena, in 75 dl d’acqua bollente, per 10 minuti, filtrate e bevetene 1 tazza al mattino e una alla sera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.