CONDIVIDI

Come fare un presepe in polistirolo

Esistono tante varianti del classico presepe, come quello in polistirolo. Questo materiale è facilmente lavorabile ma bisogna avere molta precisione e uno spazio a disposizione in cui non si abbia il problema di sporcare. Il polistirolo, infatti, essendo altamente friabile, ha il potere di spargersi ovunque, e raccoglierlo non è impresa facile.

Per realizzare un presepe in polistirolo potete riciclare le vaschette degli alimenti o acquistare i pannelli. Vi occorreranno poi i seguenti strumenti: colla a caldo o quella specifica per il polistirene, un taglierino, uno scalpello a punta sottile, cartavetro, tempere, colla vinavil e pennelli.

Se volete dar vita a un’ambientazione tipicamente araba, acquistate le palline di polistirolo e usatele tagliandole a metà: in questo modo otterrete i tetti a cupola.

Presepe in polistirolo: come procedere

Tagliate e incollate i pezzi di polistirolo per creare le case, la più grande fungerà da grotta santa. Una volta realizzata la base, potete procedere con i particolari, ad esempio, scartavetrando le pareti per renderle più grezze e cospargendo il tutto con un mix di vinavil e sabbia (o gesso), per poi dipingerle a piacimento. I colori più indicati, se volete realizzare un presepe classico, sono il bianco o il giallo sabbia, con l’aggiunta di un po’ di tempera ocra o senape.

Mettete un po’ di muschio intorno alle case dopo aver applicato la colla. Lasciate asciugare il tutto e poi posizionate i vari personaggi.

Ecco un video tutorial professionale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.