CONDIVIDI

Rimedi contro il fungo di mare

La pitiriasi versicolor, chiamata anche tinea versicolor o fungo di mare, è un’eruzione cutanea causata dai lieviti (funghi) che vivono sulla pelle. Si manifesta perlopiù su spalle, schiena e petto, talvolta anche nelle unghie delle mani o dei piedi.

La pitiriasi versicolor si presenta con delle macchie di colore diverso rispetto alla zona circostante, possono essere bianche, rosa, rosse o marroni e non si abbronzano come il resto della pelle. A volte è possibile avvertire prurito. Non si tratta di un disturbo contagioso. Può colpire chiunque, ma solitamente è più frequente nei giovani.

I fattori di rischio per la sua comparsa sono rappresentati da: pelle grassa, clima caldo e umido, sudorazione eccessiva, sistema immunitario debole (ad esempio, a causa dell’HIV).

Pitiriasi versicolor: come curarla

L’unione di acqua e bicarbonato rappresenta una delle soluzioni più note, valida per ridurre le dimensioni dell’eruzione cutanea. Altri rimedi naturali con effetto antibatterico e antimicotico da applicare sulla zona interessata sono: sapone allo zolfo, gel di aloe vera e tea tree oil.

Trattamenti a base di erbe possono rivelarsi utili per calmare il prurito. Le erbe più indicate a tale scopo sono: iperico, fiore di calendula, cerastio e verbasco.

Un altro potenziale alleato è la farina di avena, vista la sua azione calmante sulla pelle, da aggiungere nell’acqua quando ci si fa il bagno. Attenzione alla temperatura dell’acqua: deve essere fredda o tiepida.

Pur trattandosi di ingredienti naturali, devono essere comunque utilizzati con la supervisione di un esperto.

pitiriasi versicolor rimedi naturali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here