CONDIVIDI

In una scuola vigono molte regole, ma a Siracusa Liceo “Quintiliano” non si scherza. Se uno studente si presenta a scuola con  dei piercing ed unghie ricostruite, perderà la lezione. 

Nel mondo moderno in cui siamo, questa affermazione potrebbe sembrare alquanto audace, ma secondo il gruppo scolastico ha una motivazione mirata alla salute e salvaguardia degli studenti. Durante le ore di educazione fisica, avere indosso piercing ed unghie ricostruite, potrebbe arrecare danno fisico, in caso di cadute o altri eventi.

In effetti, se fosse realmente questa la motivazione, avrebbe un senso logico. Ma la circolare continua, dicendo di presentarsi anche con scarpe allacciate e chiuse ed abbigliamento consono: anche questo è per l’incolumità degli studenti?

Nel dettaglio, la circolare informa gli studenti che è vietato, durante le attività pratiche, indossare qualsiasi tipo di oggetto che potrebbe costituire ragione di pericolo durante lo svolgimento delle attività ginniche e, di conseguenza, i “portatori di piercing” sono invitati a togliere tutto prima dell’inizio della lezione.

Secondo gli studenti, che insorgono con commenti mirati sui vari social è solamente un modo per vietare loro l’utilizzo di piercing ed unghie alla moda, non solo durante l’ora di educazione fisica ma durante tutte le ore di lezione.

Non si discute sul fatto di voler imporre un certo regime, ma forse bisognerebbe pensare di più ad istruire i ragazzi e non a togliere loro i piercing.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here