CONDIVIDI

Pieno di energia con le piante

Lo stress, i cambiamenti climatici, le molteplici attività giornaliere: sono alcune delle cause più diffuse della stanchezza. Quando si tratta di un caso isolato non rappresenta un problema, ma il discorso cambia se si trasforma in un disturbo frequente e prolungato nel tempo, tale da creare difficoltà nella vita quotidiana.

La stanchezza è in grado di far apparire complicata anche la cosa più semplice. Manca la concentrazione, sentiamo il corpo pesante, abbiamo problemi ad addormentarci, diventiamo irritabili. Cosa possiamo fare per curare questa condizione? Le piante possono rivelarsi dei nostri validi alleati!

Esistono infatti alcune specie in grado di contrastare i sintomi della stanchezza, aumentare la resistenza alla fatica e migliorare le capacità cognitive.

Tra le principali piante medicinali con queste proprietà troviamo: il Ginseng, le cui radici riducono la percezione della fatica e donano una carica di energia e vitalità; la Rhodiola: migliora l’umore, la lucidità mentale e la qualità del sonno, accresce la resistenza dell’organismo allo stress, svolge un’efficace azione antiaritmica sul cuore e regolarizza la pressione; la Schisandra: è una delle piante medicinali più diffuse della tradizione cinese. Le vengono attribuite qualità distensive e miorilassanti. Può essere utilizzata a qualsiasi età, anche in soggetti giovani sottoposti a stress fisici o psichici.

Anche i fiori di Bach offrono un valido aiuto contro i segni della stanchezza psicofisica, aiutando a restituire le energie perse a causa di prolungati periodi di iperattività.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.