CONDIVIDI

Come evitare relazioni sbagliate

È capitato a tutte, almeno una volta nella vita, di avere una relazione con l’uomo sbagliato. Finché si tratta di un caso isolato, magari risalente alle prime storie d’amore, non tende a suscitare grande scalpore e preoccupazione; quando, però, assume i tratti di un fenomeno recidivo, quando gli uomini che entrano nella nostra vita finiscono per essere classificati sempre come quelli “sbagliati”, è necessario fermarsi e riflettere.

“Perché attiro sempre gli uomini sbagliati?”, è la domanda che sentiamo dire più spesso dalle donne che si ritrovano a dover fare i conti con relazioni fallimentari. Il bandolo della matassa sta proprio all’interno di questa domanda, e precisamente nel verbo attirare: gli uomini sbagliati non si attirano, si cercano! Si tratta di un meccanismo inconscio, involontario, ma che spesso cela motivi legati al passato, all’educazione ricevuta, a esperienze vissute, oppure è strettamente legato ad aspetti del proprio carattere, come la mancanza di autostima.

Uomo da evitare

Non esiste un’unica tipologia di “uomo sbagliato”, ma egli può assumere varie sfaccettature. Ci sono i “menefreghisti”: quelli non rivolgono al partner le giuste attenzioni, sono freddi, distaccati e vivono la relazione come un passatempo; i narcisi: si credono i più belli e i più bravi, sono egoisti e pensano solo al proprio benessere, totalmente incuranti delle esigenze di chi gli sta accanto; gli infedeli: amano essere corteggiati da altre donne e sono particolarmente inclini al tradimento. Sono soggetti totalmente inaffidabili; i violenti: la violenza può essere sia fisica che psicologica. L’uomo violento annulla la sua compagna. È lui che comanda, la donna deve sottostare alla sua volontà, non è più libera di fare e dire ciò che vuole.

Ricerca Scientifica Inglese

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Bristol, in Gran Bretagna, ha condotto uno studio per individuare le ragioni che spingono le donne tra le braccia di uomini indifferenti, “menefreghisti”, totalmente incapaci di dare sicurezze e risposte ai bisogni della propria compagna. Secondo i risultati ottenuti, i motivi sono da ricercare nel loro modo di corteggiare. Si presentano come uomini simpatici, brillanti, romantici, affettuosi: tutte caratteristiche in grado di conquistare una donna. Salvo poi rivelarsi per quello che sono realmente: scostanti, freddi, incapaci di vivere una vera relazione. La capacità di flirtare occupa quindi, almeno secondo quanto rivelato da questa ricerca, un posto di rilievo tra i fattori che spingono una donna tra le braccia dell’uomo sbagliato.

La scelta del compagno è determinata da tantissimi fattori, alcuni espliciti, altri più oscuri. A volte ci si innamora della bellezza, dei modi di fare, della generosità di una persona, in altri casi, invece, le motivazioni sono più intrinseche e maggiormente legate a peculiarità caratteriali o ad aspetti della propria vita. Ed è così che si assegna al partner un ruolo non suo. Vorremmo che fosse in grado di rispondere a tutti i nostri interrogativi, di colmare i vuoti, di ricucire ferite del passato, di risolvere i nostri problemi, di intervenire su certi lati del nostro essere. Una sorta di principe azzurro che appare dal nulla e stravolge positivamente la nostra vita. Cancella con una spugna ciò che non ci piace e la riempie solo di dettagli positivi. Va da sé che un uomo con tali doti non esiste, ma una donna che vive una relazione in questo modo non si fermerà al primo tentativo fallimentare, ma continuerà la sua ricerca; e dal momento che le motivazioni inconsce saranno sempre le stesse, identici saranno anche gli uomini che sceglierà per sanarle, finendo così per collezionare soltanto uomini sbagliati.

Come evitare gli uomini sbagliati

L’innamoramento non è un fenomeno razionale, accade e basta, ma nessuno ci obbliga a proseguire una relazione che non ci rende felici. L’obbiettività è l’arma più potente per tenerci alla larga dagli uomini sbagliati. Come usarla? È necessario fare uno sforzo di immaginazione e guardare la relazione dall’esterno: vedi una donna felice? Appagata? Soddisfatta della sua storia d’amore? Rispettata e amata dal partner? Osservare il quadro in maniera distaccata permette di fare un’analisi lucida della situazione e può trasformarsi in una spinta per porre fine a una relazione sbagliata.

L’obbiettività riveste un ruolo importante, ma altrettanto importante è anche il rapporto che ognuno ha con  se stesso. Amarsi prima di amare. Capire cosa si vuole nella vita. Cosa si cerca in un compagno. Chiudere con il passato. Sono tutti aspetti in grado di influenzare le nostre relazioni.

uomini sbagliati

Perchè mi piace l’uomo che mi fa soffrire

Se qualcuno facesse  una domanda del genere  alle donne, le stesse sarebbero propense a rispondere che  non amano gli uomini bastardi e che vorrebbero un bravo ragazzo. Razionalmente la donna vuole essere rassicurata perchè preferirebbe avere al suo fianco un uomo che sia un buon padre per i suoi figli ed un dolce amante per se stessa.

La realtà però è tutt’altra:
Uno studio condotto da alcuni ricercatori della Mexico State University, ha chiarito quali sono le basi scientifiche dell’imperituro successo delle canaglie che fanno stragi di cuori femminili, quei tipi un pò alla James Bond o Hugh Grant nel Diario di Bridget Jones, per capirci.

Quegli esemplari di maschio che chiunque sa bene sia meglio tenere alla larga, eppure continuano ad attirare stuole di donne come api al miele.

La ricerca è stata svolta su un campione di 200 studenti, intervistati sulle proprie esperienze e preferenze sessuali e sulla durata delle loro relazioni, con dei test studiati per mettere in luce le caratteristiche negative, correlandole con le relazioni con l’altro sesso.

Ne è venuto fuori un ritrattino davvero niente male: quello del vero bastardo che predilige sempre storie toccata e fuga.

Voi cosa preferite: un dolce angelo a fianco o un diavoletto che vi fa palpitare continuamente?

Come riprendersi dalla fine di una relazione

Quando amiamo alla follia, quando pensiamo “questa volta è davvero quello giusto”, quando fantastichiamo e progettiamo un futuro insieme, vorremmo davvero che non finisse mai. Ma non sempre, purtroppo, la vita segue la strada che noi le abbiamo indicato.L arriva, spesso quando meno te lo aspetti, ti esplode nel petto, riempie ogni centimetro del tuo corpo, della tua mente e della tua esistenza, e con la stessa forza impetuosa con cui si è impossessato di te, se ne va, lasciando dietro di sé un vuoto incolmabile.

Dopo una delusione non è semplice riprendersi. I primi tempi sono i più duri: si ha la sensazione di vivere in una realtà parallela, un mondo fatto di ricordi, sogni infranti e tanta, tantissima sofferenza. Il dolore, quella insopportabile morsa alla bocca dello stomaco, sembra non volersene andare. E sempre lì, presente giorno e notte. Azzera la concentrazione e la voglia di vivere.

“Tutti mi dicevano ‘Vedrai, è successo a tutti, però, poi, ti alzi un giorno e non ci pensi più’”, cantavano gli 883. Per quanto possa sembrare difficile da credere, è la verità! Superare la delusione e ricominciare ad amare è possibile, ed esistono alcuni accorgimenti che possono aiutare a intraprendere il percorso giusto.

La prima regola è: evitare il chiodo scaccia chiodo. Quando finisce una storia in cui si era investito tanto, gettarsi tra le braccia del primo che capita non porta con sé alcun vantaggio, anzi, potrebbe addirittura peggiorare la situazione.

Avete bisogno di metabolizzare e prendere atto di quanto successo. Solo dopo che avrete realmente chiuso col passato e ripreso in mano la vostra vita, sarete pronte per iniziare una nuova relazione.

Imparate a stare da sole: un’altra regola fondamentale! Stare in pace con se stessi, amarsi, conoscersi e accettarsi: sono tutti elementi importantissimi per riuscire a vivere appieno e in maniera corretta una storia d’amore.

Non esiste solo l’amore. La vita di coppia è meravigliosa ma la propria esistenza è fatta anche di altri tasselli: amicizie, hobby, lavoro, studio, viaggi. Arricchitevi con nuove esperienze, ampliate i vostri orizzonti, osate, non abbiate paura dei cambiamenti.

Trasformate la delusione per un amore finito in un’occasione per rinascere!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.