CONDIVIDI

Alimenti per l’infanzia

Le aziende produttrici degli alimenti per l’infanzia devono seguire i seversi standard fissati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, e sono inoltre soggette a continue verifiche e controlli per garantire al consumatore un prodotto che sia:

Sicuro: Vengono infatti effettuati severi controlli sia sulle materie prime (per assicurare l’assenza di sostanze chimiche nocive) che sul prodotto finito durante l’intero processo di lavorazione (per rilevare la presenza di eventuali organismi patogeni).
Genuino: frutta e verdura sono infatti colte al giusto grado di maturazione e la carne proviene da allevamenti che utilizzano mangime attentamente controllato.

Equilibrato: I prodotti sono fatti seguendo le linee guida elaborate dagli esperti in nutrizione infantile, in modo da garantire un perfetto equilibrio nutrizionale.

I prodotti più diffusi sono:
Biscotti granulari per l’integrazione del biberon , che vengono generalmente utilizzati all’inizio dello svezzamento per abituare il bimbo a nuovi sapori e che non contengono glutine.
Biscotti interi con glutine che si usano a partire dal 6-7 mese per rendere più sostanzioso il latte, per stimolare la masticazione.
Brodi e passati di verdura disidratanti e pronti in pochi minuti con la semplice aggiunta di acqua.
 – Creme di cereali da aggiungere al brodo vegetale o al latte.
Pappe pronte per preparare le quali è sufficiente aggiungere un po’ di acqua, in quanto tutti gli ingredienti presenti sono disidratati o iofilizzati. Sono pappe sapide che contengono già tutto: brodo vegetale, verdure passate, cereali, carne, olio extravergine di oliva e parmigiano. Sono molto comode per chi ha poco tempo a disposizione.
-La pastina preparata con grano tenero da aggiungere al brodo di verdura o di carne, oppure usata per preaparare le prime pastasciutte.
Succhi di frutta che sono preparati senza l’aggiunta di coloranti e conservanti.
– Tisane solubili che possono essere utili come dissetanti o come rimedi contro piccoli disturbi. Non bisogna però abusarne in quanto generalmente queste bevande contengono zucchero.

Prodotti freschi od omogenizzati?

La frutta e la verdura fresca che si utilizzano nella preparazione delle pappe devono essere assolutamente sicure; spesso infatti i prodotti dell’ortolano contengono sostanze chimiche dannose quali pesticidi o diserbanti ma se si volessere comunque preparare le pappe casalinghe si consiglia assolutamente di acquistare prodotti di agricoltura biologica coltivati in modo naturale, senza l’aggiunta di additivi e raccolti al giusto punto di maturazione.
La stessa precauzione è da adottare nella scelta delle carni, in quanto quelle di macelleria, soprattutto pollo e vitello, contengono estrogeni ed antibiotici. Per questo motivo, bisogna cercare marchi che garantiscono l’assenza di queste sostanze o preferire gli omogenizzati ka cui produzione e lavorazione sono severamente vietati.
I prodotti in vasetto rappresentano per la mamma un valido aiuto per l’alimentazione del bambino. Essi infatti sono assolutamente sicuri in quanto le aziende produttrici sono soggette a severe regole e controlli periodici sulle materie prime, per assicurare una reale genuinità e l’assenza di additivi chimici in frutta e verdura, di estrogeni ed antibiotici nella carne..
C’è da sottolineare che la carne preparata industrialmente è indicata nei primi mesi del bimbo poichè garantisce la massima digeribilità perchè l’omogenizzazione permette una frantumazione minutissima delle fibre che non è possibile ottenere con i frullatori domestici.

SVEZZAMENTO

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO