CONDIVIDI

Quante donne, ancora oggi, credono che esista un orgasmo vaginale?

Perché molte donne preferiscono fingere di provarlo? E, soprattutto, chi ha inventato l’orgasmo vaginale?

E’ stato inventato da Sigmund Freud, nel 1905, più per sue personali convinzioni che per una base di verità scientifica.

Le tante donne che fingono di godere magari non lo sanno che l’orgasmo vaginale non esiste: è pura invenzione che spinge le donne ad accettare un determinato ruolo nella società, un ruolo di dipendenza a quello maschile.

Per dirla in due parole, senza il pene in vagina, una donna gode a metà o non gode proprio.

Chiediamoci: la struttura anatomica della vagina è in grado di far raggiungere l’orgasmo? La risposta è NO.

 

Orgasmo vaginale: è la scienza a dire no

La vagina è l’organo femminile che ha come scopo strutturale la riproduzione ed è sbagliato anche dire che esistono due tipi di orgasmo, cioè clitorideo e vaginale.

E’ scientificamente provato che sono gli organi erettili della vulva i magnifici responsabili l’orgasmo femminile, primi fra tutti clitoride e piccole labbra.

E’ sbagliato distinguere tra orgasmo vaginale e clitorideo ed è importante definire l’orgasmo di una donna per ciò che è: orgasmo femminile. Né più né meno come quello dell’uomo viene chiamato orgasmo maschile.

 

Il grande gioco sociale dell’ignoranza

Perché ancora si parla di orgasmo vaginale?

Se c’è ancora chi lo nomina è per via della disinformazione da parte degli specialisti, i sessuologi, che non chiariscono in maniera trasparente e plateale attraverso i mass-media il fatto che questo mitologico orgasmo scatenato dalla vagina NON ESISTE.

Questa verità non viene spiegata abbastanza, soprattutto a livello educativo e nelle pubblicazioni scientifiche.

E’ giusto che la donna resti all’oscuro? Perché?

Un po’ per amore del business, un po’ in onore di quel ruolo sociale in cui la donna è da sempre relegata, che la vuole strutturalmente dipendente dall’uomo.

 

Si chiama orgasmo femminile

Non avete l’orgasmo vaginale? Tranquille, siete normali e non siete ‘malate’ o inferiori ad altre.

E sono normali anche gli uomini, che non dovranno più soffrire di sensi di colpa o ansie da prestazione.

Sono certe affermazioni provenienti da sessuologi o psicologi (pronti a nominare puntualmente questa parola magica per pubblicare un libro in più) a non essere normali.

Orgasmo clitorideo, uterino, vaginale, G-spot o Punto G?

Lasciate perdere: si chiama orgasmo femminile.

Tutte le donne possono raggiungere questo semplice ed efficace orgasmo, in tutte le posizioni, con tutte le pratiche (dalla masturbazione al rapporto orale, dal rapporto vaginale a quello anale).

Basta la stimolazione degli organi erettili della vulva (clitoride, piccole labbra).

Questa verità dovrebbe far parte dell’educazione sessuale, non della terapia sessuale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here