CONDIVIDI

Come risolvere il problema degli occhi gonfi

Gli occhi gonfi rappresentano un problema piuttosto comune. Le cause possono essere diverse, ma fortunatamente esistono tantissimi validi metodi per risolvere questo disturbo.

Occhi gonfi – Le cause

Le ragioni che si celano dietro gli occhi gonfi sono piuttosto variegate. Può infatti essere un disturbo legato a: allergie, lenti a contatto, prodotti utilizzati per il make-up o per la cura del viso (creme, tonici, struccanti), alimentazione, cattivo riposo notturno, pianto, cambiamenti ormonali (gravidanza, ciclo mestruale), predisposizione genetica. Prima di parlarvi dei possibili rimedi contro questo disturbo, è bene sottolineare l’importanza del consulto medico: gli occhi gonfi causati da un’allergia o dal cambiamento ormonale avranno bisogno di un trattamento specifico, differente, ad esempio, dal rigonfiamento dovuto a cattive abitudini alimentari o nel riposo notturno. È quindi di fondamentale importanza individuare la ragione che sta alla base di questo problema.

Occhi gonfi  – I rimedi

Si può intervenire in tanti modi diversi. Il massaggio e gli impacchi sono due dei metodi più utilizzati, a questi si aggiungono le azioni che mirano a modificare alcune abitudini alimentari o del riposo notturno che possono incidere negativamente sullo stato dei nostri occhi. Nella maggior parte dei casi si tratta di rimedi antichi, naturali ed economici. Vediamoli nel dettaglio.

Massaggi

Invece di fare tutto di corsa, approfittate del momento in cui vi state struccando per effettuare un massaggio drenante al viso. Prendete un dischetto di cotone imbevuto nel latte detergente e, iniziando dal collo, massaggiate la pelle dal basso verso l’alto. Passate poi al viso insistendo sulle guance e sugli zigomi: muovetevi in senso circolare, procedendo dalle narici verso l’esterno. Una volta giunte all’altezza delle palpebre, distendete la cute tracciando, delicatamente, una linea retta dall’interno verso l’esterno. Ripetete questo movimento con le mani, a pugni chiusi, partendo dagli zigomi e raggiungendo le tempie. Posizionate i pollici sotto al mento e con le altre dita massaggiate il contorno occhi con movimenti che seguono le ossa degli zigomi e quelle delle arcate sopraciliari. Procedete dal basso verso l’alto. Con un dito picchiettate la palpebra superiore e quella inferiore.

cetriolo-occhi

Rimedi naturali

La camomilla e il cetriolo, grazie alle loro proprietà antinfiammatorie, sono due validi alleati contro gli occhi gonfi. Immergete le bustine di camomilla nell’acqua bollente, lasciatele raffreddare e poi posizionatele sugli occhi per almeno 15 minuti. Per quanto riguarda il cetriolo, invece, usatelo così: tagliate due fette sottili e tenetele sugli occhi per 10 minuti. Anche l’aloe vera svolge un’ottima azione contro gli occhi gonfi: sistematela prima in freezer e poi applicatela sugli occhi.

Alimentazione

Il gonfiore agli occhi può essere legato alla ritenzione idrica, è quindi consigliabile ridurre il consumo di sale, bere acqua povera di sodio, consumare snack a base di banane e uva passa. Il cavolo e il succo di mirtillo sono diuretici e vi possono aiutare a eliminare i liquidi in eccesso. Alternate l’acqua a tisane non zuccherate a base di finocchio, carciofo, tarassaco, menta e melissa. È inoltre importante ridurre il consumo di alcolici.

Impacchi

Possono essere effettuati sia caldi che freddi. Oltre al già citato impacco con la camomilla, possiamo realizzarne un altro a base di : immergete un batuffolo di cotone nel tè (non caldissimo), strizzate il liquido in eccesso e posizionatelo sugli occhi.

Mescolate la polpa di una patata e quella di un cetriolo con una tazza di tè al basilico. Distribuite il composto in uno stampo per cubetti di ghiaccio e sistematelo in freezer. Prendete poi un cubetto congelato e passatelo delicatamente sugli occhi.

Avvolgete una confezione di surgelati con un panno pulito e applicatela sugli occhi: lasciate agire per una decina di minuti.

Anche i cucchiaini possono trasformarsi in impacchi last minute: tenetene due in freezer e usateli su occhi, palpebre e zigomi.

Un altro consiglio molto semplice è quello di tamponare il contorno occhi con un asciugamano bagnato con acqua fredda, oppure risciacquare il viso con acqua fredda e poi tamponare con un asciugamano.

Occhi gonfi e riposo notturno

Capita spesso di svegliarsi al mattino con gli occhi gonfi, ciò può essere la conseguenza di un cattivo riposo notturno. Cercate di dormire a sufficienza e procuratevi un cuscino abbastanza alto e non troppo morbido: tenere la testa leggermente sollevata favorisce il drenaggio dei liquidi e ne riduce l’accumulo nelle palpebre.

contrastare-occhi-gonfi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.