CONDIVIDI

Tra le nuove uscite, i libri da leggere sotto l’ombrellone 2017 che abbiamo scelto per voi donne curiose, in cerca di attualità e visioni del mondo inedite che vadano oltre il romanzo, sono cinque.

Cinque romanzi freschi di stampa proposti da Mondadori Store, primo fra tutti La più amata di Teresa Ciabatti, il romanzo favorito al Premio Strega di quest’anno.

Nella lista dei 5 libri top dell’estate 2017, non poteva mancare neanche Un battito d’ali di Sveva Casati Modignani, autrice del momento, una delle firme più amate ed apprezzate della narrativa contemporanea: i suoi libri, tradotti in 20 Paesi, hanno venduto finora 10 milioni di copie. Casati Modignani è sinonimo, ormai, della narrativa al femminile trasposta in sceneggiati Tv e film di successo: ha il dono di ritrarre la realtà familiare italiana, le trasformazioni sociali con un occhio di riguardo nei confronti delle donne.

Come dimenticare Disperatamente Giulia, Singolare femminile, Lo splendore della vita o Vaniglia e cioccolato?

 

1. La più amata di Teresa Ciabatti: il primo dei libri da leggere sotto l’ombrellone?

Il romanzo ‘favorito’ al Premio Strega è al primo posto della classifica dei libri da leggere sotto l’ombrellone 2017: La più amata di Teresa Ciabatti. E’ la storia originale di una donna incompiuta (la stessa Teresa Ciabatti) che cresce all’ombra del padre, primario dell’ospedale di Orbetello, il ‘professore’, medico potente ed influente, tutti lo amano e lo temono. Teresa, la ‘figlia adorata’, ha tutto ciò che una bimba può desiderare: villa con piscina, un castello d’oro per le sue Barbie, un anello con zaffiro da cui non si separa mai. Si crede felice fino all’età di 10 anni, poi si scontra con la realtà e la sua anima sola, impreparata alla vita ed offesa, e sarà costretta a fare un bilancio della sua vita familiare, a scoprire chi è davvero suo padre. Una storia lacerante, spigolosa, un’auto-fiction sincera e feroce.

 

2. Un battito d’ali di Sveva Casati Modignani

Il pretesto di raccontare in prima persona i suoi esordi di narratrice, dopo anni di giornalismo, nasce dalla voglia di confidare a suo padre ciò che gli ha sempre taciuto.

Decide di farlo dopo aver sentito il profumo di suo padre, mentre lavora in giardino. L’odore inconfondibile di un uomo che le manca da 30 anni.

Sveva, nella Milano di fine anni Cinquanta, abbandona gli studi universitari senza alcuna specializzazione: nelle vesti di segretaria in una prestigiosa galleria d’arte incontrerà artisti ed intellettuali, ma capirà presto che lei è nata per scrivere.

Nel libro Un battito d’ali, la Modignani dipinge l’Italia del boom economico che non esiste più e ricorda ai suoi lettori che nulla avviene per caso, che ogni porta chiusa per aprirsi ha bisogno della ‘sua’ chiave.

 

3. Da domani mi alzo presto di Simona Toma

Dopo due titoli prestigiosi, tra i libri da leggere sotto l’ombrellone scegliamo Da domani mi alzo presto di Simona Toma perché ne vale la pena.

E’ un libro fresco ed emozionante, ricco di colpi di scena. E’ la storia di Michela che, dopo essersi trasferita a Milano ed averci vissuto per 9 anni piena di sogni e speranze, è costretta a tornare al suo paesello, una cittadina del Sud senza più lavoro né fidanzato.

All’età di quasi 37 anni torna dai suoi, fuma una sigaretta dietro l’altra, inquieta, ansiosa (si nutre di Lexotan). Si aggrappa a sua cugina e ad una bimba sveglia e chiacchierina di 10 anni, sbucata un bel giorno sul pianerottolo di casa. La piccola vive sola con il papà e saprà dare a Michela una nuova sferzata facendole capire che la vita può offrire sempre nuove chance, basta coglierle al momento giusto.

 

4. La compagnia delle anime finte di Wanda Marasco

Dopo il libro di successo Il genio dell’abbandono, Wanda Marasco torna a raccontare con estrema potenza, forza espressiva e poesia i segreti di Napoli, segreti di una commedia umana, quella delle ‘anime finte’.

E’ una toccante storia di soprusi subiti ed inferti, di ferocia e fragilità, dove le ‘anime finte’ che popolano i vicoli sono attori di uno stesso dramma.

Dalla collina di Capodimonte, Rosa parla a Vincenzina, la madre morta per rimediare ad un ‘guasto’ che ha marchiato le loro vite. Rivive la storia di sua madre che, dopo un’infanzia povera in un’arida campagna, incontra Rafaele, futuro padre di Rosa, erede di un casato.

Nel racconto spuntano Annarella, l’amica diavoletta di Rosa, Emilia che “ride a scroscio”, Iolanda sua sorella “bella e stupetiata”, tutte ‘anime finte’ le quali attendono una ‘riparazione’ che arriverà.

5. Swing time di Zadie Smith

Zadie Smith, nel suo nuovo libro Swing time giudicato il più bello, torna a raccontare l’amicizia assoluta ed inquieta tra adolescenti, realtà di sobborghi multiculturali fatta di talento e segreti, ambizioni, sogni adolescenziali ed ingiustizie sociali.

E’ il primo libro dell’autrice britannica dalle origini giamaicane in cui racconta in prima persona una storia di amicizia e rivalità tra due bimbe ‘mezzosangue’ (l’una bellissima e talentuosa, l’altra intelligente, malinconica, con un naso severo) ambientata a Londra nei primi anni Ottanta.

Sognano di diventare ballerine ma da adulte le due amiche diventeranno nemiche divise da delusioni diverse.

Se fai parte di una minoranza dentro ti porti etnia e cultura, i pregiudizi di cui gli altri ti caricano. E ci sono momenti in cui l’ombra è più grande di te“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here