CONDIVIDI

Ebbene sì, il dorso delle mani non mente: le mani rilevano l’età di una donna. Anche quando non è il viso a rivelare l’età, magari perché nel tempo si è intervenuti con un ritocchino estetico, è il dorso delle mani a fungere da cartina tornasole. Macchie scure, vene in evidenza, pelle secca sono segni inequivocabili del tempo che passa. Con il passare del tempo, infatti, anche la pelle delle mani si assottiglia, perde tessuto adiposo, mettendo più in evidenza le ossa. E’ questo il motivo per cui le mani iniziano ad assumere un aspetto spigoloso e nodoso. Le mani poi si usano costantemente, spesso vengono a contatto con detergenti aggressivi e sono sempre a contatto con i fattori atmosferici.

Anche in questo caso è possibile intervenire effettuando un mini-impianto di grasso prelevato dall’addome. Sulle mani è possibile poi effettuare veri e propri lifting, ma questi sono interventi più invasivi e per questo meno consigliati. Le donne che chiedono un ritocco alle mani sono soprattutto donne dai 65 anni in su che vogliono intervenire per nascondere la differenza d’età tra viso e mani o donne tra i 30 e i 40 anni particolarmente attente all’estetica delle mani. Tra i trattamenti più frequenti si trova il filler a base di acido ialuronico, che viene poi arricchito con mannitolo, una sostanza antiossidante che si trova nella frutta e nella verdura. In questo modo si interviene donando una maggiore idratazione alla pelle, rinforzandola direttamente dall’interno.

Per prevenire l’invecchiamento della pelle della mani è però utile ricordare di lavarle solo quando strettamente necessario. Si consiglia inoltre di proteggere le mani con i guanti sia durante le faccende domestiche, sia durante la stagione invernale. Ricordate di trattarle con creme a base di olii vegetali e non dimenticate di spalmare la protezione solare anche sulle mani durante l’esposizione al sole. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here