CONDIVIDI

Salvini blocca nave di migranti

L’arrivo dell’Aquarius a Trapani era previsto per oggi pomeriggio. La nave trasportava 629 persone tra cui 123 minori non accompagnati, 11 bambini e 7 donne incinte. La nave però è stato oggetto di un forte braccio di ferro tra il ministro dell’interno Matteo Salvini, e le autorità maltesi. 

L’imbarcazione non ha avuto il permesso di attraccare in Italia, proprio per volontà dello stesso ministro. Egli ha poi spedito una lettera urgente a Malta chiedendo di fare approdare l’Aquarius alla Valleta, essendo quello il porto più sicuro. 

Anche Malta si tira indietro

Un portavoce del governo maltese ha però controbattuto affermando che ” l‘isola non ha competenza su questo caso dato che il recupero dell’imbarcazione è avvenuto nell’area di ricerca e salvataggio libico ed è stato coordinato dal centro di Roma”.

Anche il premier Giuseppe Conte è intervenuto a riguardo, e sulla faccenda ha affermato: “Al premier maltese Joseph Muscat che ho contattato personalmente questa sera ho chiesto chiaramente che si facesse carico almeno del soccorso umanitario delle persone in difficoltà che si trovano sull’Aquarius. Muscat, pur comprendendo la situazione, non ha assicurato però alcun intervento anche in chiave umanitaria. Si conferma l’ennesima indisponibilità di Malta, e dunque dell’Europa, a intervenire e a farsi carico dell’emergenza”.

“È stato disposto l’invio di due motovedette con medici a bordo pronti a intervenire al fine di garantire la salute di tutti gli occupanti dell’Aquarius che dovessero averne necessità”. lo afferma il premier Giuseppe Conte, mentre a Palazzo Chigi è in corso un vertice del governo sul caso Acquarius”. Conclude poi.

Il post di Salvini su facebook

Ieri sera, poi Salvini ha scritto un post sulla sua pagina Facebook, dove ribadisce ancora una volta la nuova posizione dell’Italia riguardo ai Migranti. Questo è ciò che scrive:

“Da oggi anche l’Italia comincia a dire No al traffico di esseri umani, No al business dell’immigrazione clandestina. Il mio obiettivo è garantire una vita serena a questi ragazzi in Africa e ai nostri figli in Italia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.