CONDIVIDI

 

Con la crescita i bambini tendono a sviluppare un rifiuto verso la colazione, complice l’ingresso a scuola e il conseguente obbligo di svegliarsi presto la mattina: pur di rimanere qualche minuto in più a letto sono disposti a saltare di  buon grado la colazione.

In realtà questo pasto è di fondamentale importanza sia per i più piccoli che per gli adulti, perché dà il contributo energetico necessario per affrontare al meglio la giornata, permettendoci di arrivare all’ora di pranzo senza i crampi allo stomaco causati dalla fame. Per questo motivo è opportuno far capire ai bimbi che non si deve saltare la colazione.

La mattina siamo tutti di corsa, è vero, ma basterebbe rinunciare a un quarto d’ora/20 minuti di sonno per avere il tempo di sedersi tutti a tavola e consumare il primo pasto della giornata con calma: vedere che i genitori fanno colazione può invogliare il bambino a fare altrettanto.

Quali alimenti dovrebbero essere presenti nella colazione dei più piccoli? Il latte non dovrebbe mai mancare, meglio se intero e fresco, magari insaporito con un po’ d’orzo o cacao. Può essere accompagnato con biscotti secchi o fette biscottate con burro e marmellata. È possibile sostituire questi ingredienti con i corn flakes o altri tipi di cereali.

La frutta non dovrebbe mai mancare nella nostra alimentazione, soprattutto a colazione, ma è importante che sia fresca e di stagione. In alternativa al frutto intero è possibile fare una spremuta.

Con l’arrivo delle alte temperature anche i bambini tendono a non voler più bere il latte caldo. D’estate si può dar loro dello yogurt o latte freddo con i cereali, se lo gradiscono, oppure preparare dei frullati con frutta e latte: salutari e ricchi di vitamine!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here