CONDIVIDI

Se starnutisci e questo episodio ti provoca incontinenza urinaria, non preoccuparti perchè succede alla maggior parte delle donne. Farsi “la pipi addosso” dopo lo starnuto rappresenta il 60 per cento dei casi ; si tratta di una questione fisiologica chiamata “incontinenza da sforzo”.

L’incontinenza da sforzo si verifica in seguito ad uno sforzo: corsa, starnuto, uno sforzo eccessivo di qualsiasi tipo ecc. Succede questo perchè vi è uno squilibrio tra la vescica che immagazzina l’urina e l’uretra  che agisce come un rubinetto. C’è di fondo una debolezza del pavimento pelvico quel complesso di muscoli che abbraccia e sostiene l’ano, la vagina, l’uretra e la vescica.

Patologie diagnosticabili con l’esame delle urine


L’esame delle urine viene solitamente prescritto dal medico insieme ad altri esami di routine per un controllo generale dello stato di salute del paziente, ma può essere prescritto anche per la diagnosi di eventuali disturbi, come dolore addominale o bruciore quando si urina, e per valutare il l’efficacia di alcuni farmaci o l’evoluzione di una malattia. Come si esegue e quali patologie possono essere diagnosticate mediante questo esame?

L’urina viene raccolta all’interno di un apposito contenitore. A seconda delle indicazioni del medico, può essere raccolta la prima urina della giornata, la seconda o altre nelle ore successive. Solitamente è possibile mangiare e bere prima di raccogliere il campione, ma se l’esame dell’urina viene eseguito in unione a quelli del sangue, potrebbe essere richiesto il digiuno. È quindi importante seguire le indicazioni del medico. L’urina può essere raccolta nel laboratorio o nello studio medico in cui viene effettuato l’esame, oppure direttamente a casa, a patto che si possa raggiungere il laboratorio in poco tempo.

Malfunzionamento e danno renale

Il peso specifico indica la capacità del rene di concentrare le urine, valori bassi possono quindi mettere in luce qualche problema nella funzionalità dei reni. La presenza di proteine nelle urine, in particolare l’albumina, può indicare un danno renale, stesso discorso per i cilindri, messi in evidenza attraverso l’analisi del sedimento urinario.

Diabete mellito

La presenza nelle urine di livelli eccessivi di glucosio o di chetoni può far pensare al diabete mellito.

Infezioni

I nitriti presenti nelle urine possono essere il segnale d’allarme di un infezione in corso alle vie urinarie, così come i globuli bianchi e alti livelli di cellule epiteliali. Anche la presenza di sangue può indicare infezioni in corso, ma anche altre patologie di diversa severità, come tumori renali o delle vie urinarie, calcolosi, glomerulonefriti e malattie del sangue e del muscolo.

Altre patologie

La presenza di bilirubina è conseguente ai suoi alti livelli nel sangue e può essere indice di malattie del sangue o del fegato. I cristalli sono invece frequenti in casi di calcolosi renale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.