CONDIVIDI

Il rosmarino per aumentare la concentrazione

Quante volte sentiamo frasi del genere pronunciate da persone che non hanno nessuna voce in capitolo e ci chiediamo se quella voce che gira da decenni sia vera oppure l’ennesima bugia messa in giro per motivi di cui non verremo mai a conoscenza?

Oggi cerchiamo di chiarire la voce riguardante il rosmarino.

A svelarci questo mistero è uno studio della University of Northumbria di Newcastle, in Gran Bretagna che dice che l’odore di questa pianta non solo aiuta la memoria a lungo termine, ma anche quella prospettica, ovvero quella che ci aiuta a ricordare compiti futuri, cosa che dobbiamo fare.

Lo studio è stato condotto su sessantasei persone sane. Sono state sottoposte ad alcuni test di memoria. Alcuni di loro sono stati messi in stanze con odore di rosmarino, grazie a 4 gocce di olio essenziale messe nel diffusore automatico, altri in stanze inodori. Il risultato ha determinato in modo inequivocabile gli effetti del rosmarino.

In seguito sono stati sottoposti ad analisi del sangue e da queste è risultato che i volontari delle stanze profumate avevano quantità più elevate di un composto, chiamato 1,8 cineolo, presente nell’olio essenziale di rosmarino e in grado di agire sui sistemi biochimici alla base della memoria.

Abbiamo quindi scoperto che il rosmarino aiuta incredibilmente la memoria.

Studenti, cosa aspettate a fare scorte?

 

Caterina Perilli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.