CONDIVIDI
Jenny Angela Coello Reyes, uccisa in casa dal marito Javier Napoleon Pareja Gamboa, ecuadoriano di 52 anni nel 2018 a Genova FACEBOOK ANGELA COELLO REYES +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++

Si è ripristinato il diritto d’onore? In teoria no ma intanto quello che è successo nel tribunale di Genova sembra affermare il contrario e l’accaduto fa discutere non poco. E’ successo infatti che qualche anno fa i pm aveva chiesto una pena di 30 anni per un uomo che aveva ucciso la compagna con diverse coltellate al petto dopo aver scoperto che non aveva mantenuto la promessa di lasciare l’amante.

Una pena più che giusta dato l’atto atroce commesso ma a quanto pare il giudice non è stato d’accordo: gli ha concesso, infatti, le attenuanti generiche e lo ha condannato a soli 16 anni. La cosa che sconvolge di più + la motivazione scitta nella sentenza in cui si gelle che l’uomo ha colpito la sua amata perché mosso “da un misto di rabbia e di disperazione, profonda delusione e risentimento”.

“Con questa motivazione è stato riesumato il delitto d’onore”, afferma l’avvocato Giuseppe Maria Gallo che assiste i familiari di Jenny Angela Coello Reyes, uccisa dal marito,

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.