CONDIVIDI

Il mondo degli anticoncezionali sta scoprendo nuovi orizzonti non solo in ambito femminile ma anche in quello maschile. Se vuoi evitare una gravidanza indesiderata, bisogna tutelarsi. In questo articolo parlemo del gel anticoncezionale per uomo, un metodo non invasivo e pratico.

La nuova sperimentazione partirà ad Aprile e forse rivoluzionerà il mondo del sesso. E’ in atto , infatti, una ricerca del National Institute of Child Health and Human Development americano che riguarda un gel con la funzione di bloccare in via temporanea la produzione di spermatozoi.

E’ una sperimenazione che partirà ad Aprile 2019 e riguarderà 400 coppie negli USA, Regno Unito, Italia, Cile, Svezia e Kenya . Il fine è quello di poter certificare l’ efficacia e facilità di somministrazione del prodotto.

Gel anticoncezionale caratteristiche

 Si tratta di un gel contenente due ormoni sintetici, una versione di testosterone e una di progestina  .

La progestina ha la funzione di impedire ai testicoli di produrre dosi di testosterone sufficienti a garantire normali quantità di spermatozoi mentre il testosterone sintetico evita squilibri ormonali. Al contrario di ciò che si pensa questo gel si spalma sulla pelle e non sui genitali: si applica una quantità di mezza tazzina di caffè su spalle e braccia, e si assorbe in un minuto. Va applicato per mesi e la produzione di spermatozoi si sospende per 72 ore.

Sperimentazione del gel: I volontari useranno tale prodotto per almeno 4 mesi, mentre i loro livelli di spermatozoi saranno monitorati (per prevenire una gravidanza, la conta deve scendere a meno di un milione per millilitro di sperma). Solo a quel punto anche le partner possono abbandonare altre forme di contraccezione.

Nel 2012 erano stati inventati due gel che avevano la stessa funzione ma dovevano essere applicati per 6 mesi. Questa nuova formula riguarda un solo gel e dovrebbero bastarne 4.

Calo del desiderio con aumento di coppie bianche

A più di 50 anni dalla caduta dei tabù sessuali, sembra proprio che oggi sempre più persone abbiano un cattivo rapporto con  il sesso. Anche all’interno di coppie stabili.  Ma perchè accade questo?

Secondo una ricerca della Società italiana di Andrologia, negli ultimi dieci anni è triplicato il numero delle  “coppie bianche” cioè partner fissi, sposati o conviventi, che hanno rinunciato ai rapporti intimi. Questa scelta  è molto diffusa  soprattutto nelle grandi città, a causa del frenetico ritmo di vita metropolitana che inibisce la passione.

La mancanza di desiderio arriva fino a raggiungere una precoce pace dei sensigià intorno ai 40-50 anni e secondo l’Associazione per lo Studio dell’Analisi Psichica e la Ricerca in Sessuologia, su un campione di 1215 intervistati tra i 18 e i 55 anni, il 32% ammette un calo della libido.

Il continuo bombardamento sessuale a cui la società ci sottopone ogni giorno, sembra essere una delle cause di questo disinteresse, immagini erotiche, stimoli al desiderio ci vengono proposti quotidianamente dai media e dalla pubblicità. Un altro  complice del calo del desiderio è il fatto che il sesso oggi ha perso molto il suo lato romantico diventando per tanti fine a se stesso. Ruolo fondamentale lo gioca lo stress creando una sorta di abitudine alla rinuncia  di varie cose, svaghi, hobby, pasti sani e tranquilli e coinvolgendo anche la sfera sessuale.

All’interno di una coppia se questa rinuncia al sesso è condivisa dai partner si può anche arrivare ad un equilibrio, ma se la scelta non è condivisa e riguarda un solo elemento, questo può causare frustrazione ed infelicità per l’altro partner che si ritrova a non vivere una soddisfacente sfera sessuale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.