CONDIVIDI

Il problema delle gambe gonfie e pesanti che non risparmiano caviglie, polpacci e piedi è comune a molte, troppe donne.

E’ una sindrome che si avverte con sensazioni fastidiose o dolorose agli arti inferiori, spesso associate a crampi, dolori sulla superficie venosa, tensione, stanchezza, formicolii.

Tutte queste sensazioni, se appena sveglie possono essere lievi, peggiorano a fine giornata.

La pesantezza e il gonfiore alle gambe, accompagnata anche da ginocchia gonfie, varia di intensità a seconda della gravità del problema e può condizionare la vita quotidiana.

Le gambe gonfie e pesanti possono risentire maggiormente, in estate, delle alte temperature e dell’elevato tasso di umidità.

 

Gambe gonfie e pesanti: cause

Alla base del problema delle gambe gonfie e pesanti c’è un’insufficienza venosa cronica e la comparsa di varici (dilatazione permanente delle vene) ma potrebbe nascondersi anche un’insufficienza linfatica.

La gravità dei sintomi dipende da vari fattori tra cui quello ereditario, il peso, l’età, le caratteristiche ormonali e lo stile di vita.

I fattori a rischio sono un lavoro sedentario o, al contrario, un impiego che costringe a stare troppe ore in piedi, cattiva postura da seduti, attività fisica assente, l’uso costante di pantaloni stretti e tacchi, ritenzione idrica, disturbi alla tiroide.

Può succedere anche agli uomini ma le donne sono decisamente le più colpite da questo problema per questioni ormonali (estrogeni e progesterone) e cambiamenti ormonali nel corso del tempo.

Non parliamo soltanto di menopausa: si soffre di gambe gonfie e pesanti a tutte le età, durante la pubertà, nel periodo premestruale, in gravidanza e nel periodo della menopausa, insomma in tutti quei ‘momenti’ in cui si verifica un cambio ormonale.

Non dimentichiamo l’incidenza dell’assunzione della pillola contraccettiva o del vizio del fumo che peggiorano la situazione.

Non trascurate un problema che potrebbe trasformarsi in qualcosa di più serio (trombosi, arteriopatie, sciatica, artrite).

Pesantezza alle gambe: rimedi

Il gonfiore e la pesantezza alla gambe è una sindrome che bisogna cercare di prevenire e curare.

Esistono rimedi in grado di alleviare con successo questo problema femminile.

Si consigliano soprattutto rimedi naturali per alleviare i sintomi, massaggi con creme o gel a base di vite rossa, hamamelis, ruscus, ippocastano, arnica e semi di uva che potenziano la tonicità venosa oppure integratori a base di diosmina.

E’ particolarmente raccomandato un integratore in gocce a base di centella e meliloto da assumere lontano dai pasti, ma anche una tisana a base di nocciolo da bere la mattina, prima di colazione, e la sera, prima di addormentarsi.

Altri trattamenti consigliati sono i pediluvi con acqua fresca e l’aggiunta di erbe rinfrescanti come lavanda, timo, menta e rosmarino, oppure tisane a base di centella asiatica, menta e foglie di mirtillo, finocchio e amamelide, impacchi al tè verde o all’aceto con acqua calda.

Fate movimento regolarmente e controllate l’alimentazione per contrastare la ritenzione idrica: evitate sale, salumi e formaggi e preferite kiwi, agrumi, fragole, mirtilli e  ribes.

Per favorire la circolazione migliorando la diuresi e sgonfiando le gambe, sono particolarmente consigliate le calze elastiche a bassa compressione graduata con micromassaggio tridimensionale.

 

Rimedi per i piedi gonfi e stanchi

Anche i piedi, a fine giornata, soprattutto se si svolge un lavoro che costringe a stare in piedi per molte ore o al contrario troppo sedute in ufficio, tendono a gonfiarsi, a diventare pesanti, fino a fare male.

Il rimedio casalingo più efficace’?

Un pediluvio con acqua fredda e sale (o bicarbonato).

In alternativa: sdraiatevi a gambe in su per favorire il ritorno venoso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here