CONDIVIDI

Scopriamo chi è Francesco Gabbani, vincitore di Sanremo 2017 con il brano Occidentali’s karma che ha battuto la grande favorita Fiorella Mannoia ed Ermal Meta superando il confronto anche con Al Bano, Fabrizio Moro, Bianca Atzei, Elodie, Chiara Dello Iacovo e Mahmood.

Il suo nome e la sua voce non sono una novità, lo avete già visto a Sanremo, la sua canzone più famosa è stato una delle hit del 2016.

Lo scorso anno è stato vincitore tra le Nuove Proposte di Sanremo con il brano Amen battendo Ermal Meta. Al brano Amen (che ha registrato 9 milioni di visualizzazioni su YouTube) sono seguiti l’album Eternamente ora e In Equilibrio.

Occidentali’s Karma è un brano atipico: affronta il goffo tentativo degli occidentali di scacciare lo stress praticando discipline orientali da cui, però, rimangono estranei.

 

Cresciuto tra strumenti musicali

Il cantautore e polistrumentista Francesco Gabbani nasce a Carrara (MS) il 9 settembre 1982 e si avvicina al mondo della musica molto piccolo (la sua famiglia ha un negozio di strumenti musicali). A 4 anni inizia a suonare la batteria, a 9 anni prende le prime lezioni di chitarra, in età adolescenziale capisce già che la musica è la sua ragione di vita.

Suona anche il pianoforte ed il basso, lavora come fonico e tecnico di palco.

Prima di completare gli studi al Liceo Classico “E. Repetti” di Carrara, a 18 anni arriva il suo primo contratto discografico con la band Trikobalto e registra un album prodotto da Marco Baroni ed Alex Neri (Planet Funk).

I Trikobalto sono presenti nelle principali TV musicali (RockTV, MTV, All Music) e partecipano ai maggiori festival italiani (Heineken, Jammin Festival), alle serate di RockTV, aprendo il concerto degli Oasis al BlueNote di Milano.

Nel 2010, i Trikobalto registrano il secondo album, prodotto stavolta da Marco Patrignani, cui segue un live tour in Francia ed il video di Preghiera Maledetta.

La band viene scelta come supporter degli Stereophonics e come ospite al Palafiori di Sanremo all’edizione del Festival 2010. Lo stesso anno, in primavera, Francesco Gabbani abbandona il gruppo per dedicarsi al suo primo progetto solista firmando un nuovo contratto discografico.

 

Francesco Gabbani: il progetto da solista

Il progetto solista di Francesco Gabbani produce, nel 2011, il singolo Estate e il videoclip di Maledetto amore (tratto dalla colonna sonora del film L’amore fa male).

Il primo album esce nel 2013 e s’intitola Greitist Iz, da cui verranno estratti due singoli: I dischi non si suonano e Clandestino.

La collaborazione come autore con BMG inizia nel 2015, anno in cui firma un contratto in esclusiva.

Lo stesso anno, la BMG presenta Francesco Gabbani alle selezioni di Sanremo Giovani con la canzone Amen: supera le selezioni ed entra a far parte delle Nuove Proposte per il Festival di Sanremo 2016.

Sarà lui a vincere la 66° edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte ricevendo il Premio della Critica Mia Martini, il Premio Emanuele Luzzati ed il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo.

Con Amen Francesco esprime il suo mondo musicale: semplicità melodica, da una parte, testi che spingono a riflettere sullo stile di vita dei nostri tempi, dall’altra.

Lo stesso anno esce Eternamente Ora per la BMG che segna una svolta nella carriera di Francesco Gabbani: 4 settimane dopo l’uscita, l’album risulterà uno dei più venduti nel nostro Paese.

Amen, trasmesso dai maggiori network, diventa un successo radiofonico e resta in cima alle classifiche per diverse settimane.

Francesco riceverà da Luciana Littizzetto, nel programma Che tempo fa condotto da Fabio Fazio, il disco d’oro per aver venduto con Amen oltre 25.000 copie.

 

Eternamente ora ed altre esperienze con i Big

Riscuote parecchio successo anche il singolo Eternamente ora con cui Francesco Gabbani apre concerti a star nazionali ed internazionali come Francesco Renga, Franco Battiato, Simply Red e Anastacia.

La sua carriera prosegue con il singolo In Equilibrio e con una preziosa collaborazione: è autore di musica e testo, musicista (suona una delle due chitarre) ed arrangiatore del brano Il bambino col fucile (contenuto nel disco Le migliori di Mina e Adriano Celentano), l’unico cantato da Celentano. Collabora anche con Fabio Ilacqua per il brano L’amore sa di Francesco Renga.

Lo stesso anno, scrive e compone la colonna sonora di Poveri ma ricchi di Fausto Brizzi: il brano portante, Foglie al gelo, è scritto ed eseguito da Gabbani.

L’11 febbraio 2017 Francesco torna a Sanremo per vincere tra i big la 67° edizione del Festival con Occidentali’s karma. Registra un primato: per la prima volta nella storia del Festival, un artista vince per due anni di seguito tra le Nuove Proposte e tra i Big.

Con Occidentali’s karma vincerà il Premio TIMmusic come brano più ascoltato. Questo brano fa parte del nuovo disco BMG che uscirà a fine aprile 2017 e che verrà editato, a tiratura limitata e numerata di 1000 copie, in formato 45 giri colorato. A questo album sarà dedicato il prossimo tour di presentazione che inizierà a giugno 2017.

Ad oggi, la FIMI certifica le sue vendite per oltre 100.000 copie con 2 dischi di platino e 2 dischi d’oro.

Quest’anno Francesco Gabbani è stato scelto quale rappresentante dell’Italia all’Eurovision Song Contest 2017.

 

Gabani Vita privata e social

Dopo la popolarità ottenuta con Amen, Francesco Gabbani ha aperto un sito ufficiale e si è attivato nei canali social: la pagina Facebook di Francesco ha registrato oltre 63.000 Like e su Instagram è seguito da più di 23.000 followers.

Non vediamo il personaggio Francesco Gabbani al centro della cronaca rosa.

Di lui si sa che è fidanzato con Dalila Iardella, una tatuatrice con la quale convive a Carrara da 4 anni.

Se lui ha tatuaggi? Non se ne parla proprio e non si farebbe convincere neanche dalla sua fidanzata.

 

Francesco Gabbani: qualcosa di lui

 

“Il successo è arrivato quando ho smesso di cercarlo”.

 

“Per molto tempo ho fatto solo cose mirate ad avere successo… vivevo la musica in maniera ossessiva, soffrivo terribilmente per risultati che non arrivavano. Il successo è arrivato quando ho mollato il colpo e sono tornato a godere la musica per le emozioni che mi dà”.

 

“Ho un’educazione cattolica. Poi, crescendo, mi sono distaccato. Oggi mi è difficile accettare tutto ciò che è dogmatico”.

 

“Mi sono avvicinato alle filosofie orientali e Zen. Oggi, tutti i giorni apro gli occhi e, per prima cosa, dico grazie solo per il fatto di esserci e respirare. La cultura occidentale ci rende troppo cervellotici, finiamo con l’analizzare solo gli aspetti negativi della vita. Questo ci condiziona perché abbiamo troppa paura. Paura del giudizio degli altri, di noi stessi, del futuro”.

 

“Ho un forte senso d’inquietudine mio: sono sensibile, vivo tutto in maniera emozionale”.

 

“Mi rilassa dipingere: faccio quadri, disegno casette molto colorate. Ho uno stile un po’ naif”.

Fidanzata Francesco Gabbani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here