CONDIVIDI

Sembra certo ormai che  più si invecchia più si diventa felici. Ma quando si raggiunge le felicità?

 Un gruppo di psicologi della Stony Brook University di New York ha girato questa domanda a 340mila persone di età compresa tra i 18 anni e gli 85 anni. Il professor Arthur A. Stone, captano dell’esperimento, afferma: «Emozioni negative e positive variano in base all’età: la felicità arriva a 50 anni». Dunque più si invecchia e più si è felici?

Contrariamente a quanto si pensa , sembra che il passare degli anni corrisponda a una maggior percentuale di benessere presente nell’esistenza. Perchè? Sicuramente nell’ultimo secolo si è fortemente modificata l’aspettativa di vita, ma esistono altre ragioni. Infatti non solo la salute mentale  migliora con gli anni, ma gli adulti più anziani hanno  un controllo emotivo molto più alto rispetto ai giovani, grazie ad una maggior consapevolezza del del senso della vita.

Inoltre lo  stile di vita influisce in maniera incisiva sul benessere della nostra vita. Seguire un’alimentazione ricca di frutta e verdura contribuisce  al buon umore e alla calma. Inoltre lo stress può essere combattuto imparando a gestire meglio il tempo e trovare ogni giorno un po’ da dedicare a noi stessi, per i nostri interessi,  per muoversi all’aria aperta, mantenersi aggiornati e condividere le cose con chi amiamo, questi sono tutti ingredienti per vivere meglio.

Consigli per un matrimonio felice

Esiste la ricetta segreta per far durare un matrimonio? C’è un ingrediente magico per far sì che marito e moglie vivano per sempre felici e contenti?

Secondo un sondaggio promosso dal marchio Cotton Usa, il successo matrimoniale sarebbe collegato all’abitudine di andare a letto nudi.

Tra i più di mille britannici intervistati, hanno dichiarato di avere un matrimonio felice il 57% di coloro che vanno a letto nudi, il 43% di quelli che scelgono la camicia da notte e il 38% di chi opta per la tutina.

Dormire senza alcun vestito addosso presuppone infatti una certa fiducia e armonia con il partner, ma anche con il proprio corpo: è insomma sintomo di un buon rapporto con la dolce metà e con se stessi.

Non solo, anche la camera da letto e le condizioni delle lenzuola avrebbero un impatto determinante nella felicità della vita di coppia. Dormire nudi in una camera pulita e tra lenzuola profumate incide positivamente sul matrimonio, diversamente da quanto succede se si ha a che fare con un contesto sporco e degradante.

Ma la felicità delle nozze non è stata indagata solo da questo sondaggio. Sono infatti molteplici gli studi effettuati proprio su questo argomento, e ognuno ha focalizzato l’attenzione su questioni diverse.

Secondo Linda Kelsey, editorialista del Dailymail con due matrimoni alle spalle, esisterebbero una serie di accorgimenti che sarebbe meglio seguire se si vuole che le nozze durino il più a lungo possibile:

    • Non essere egoisti, nella coppia si è in due e ognuno ha i propri problemi. Bisogna stare vicino al partner quando ha bisogno di aiuto.

 

    • Tenere accesa la fiammella nell’intimità: il sesso riveste un ruolo importante nella riuscita del matrimonio.

 

    • Chiudere la porta del bagno: è fondamentale che tra i coniugi rimanga una certa privacy.

 

    • Mai perdere tempo in discussioni inutili.

 

    • Rimanere se stessi senza diventare l’ombra dell’altro. È importante mantenere un certo livello di indipendenza, anche economica.

 

  • In certe situazioni è meglio tacere: va bene parlare di tutto con il proprio partner, ma non siate logorroici, dategli anche il tempo di metabolizzare e riflettere su ciò che gli avete riferito.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.