CONDIVIDI

La sessualità, il sesso, è il modo della biologia di creare la generazione successiva mediante il piacere. Un piacere che può essere enorme. Un piacere che può essere il maggiore che esiste sulla terra, quando affettività, tenerezza e passione si fondono, quando ci si ama guardandosi negli occhi, vedendo sul viso dell’alto, un altro diverso e complementare, la gioia che aumenta la propria, l’amore che aumenta il proprio, quando si sa che forse da quell’atto pieno di tenerezza e piacere e amore nascerà una bollicina di vita, un puntino che diventerà una persona.

Gli organi sessuali hanno l’anatomia perfetta per la perfetta fisiologia per combaciare, con la lubrificazione e l’elasticità perfetta per accogliere in maniera perfetta, per creare la vita attraverso il piacere, per creare l’affettività attraverso il piacere, un piacere che raggiunge uno straordinario picco chiamato orgasmo. L’orgasmo è un riflesso sensitivo motorio associato a modificazioni neuroendocrine, picco plasmatico di ossitocina, con una specifica e massiccia attivazione cerebrale.

Gli estrogeni attraverso il peptide VIP ( vasoactive intestinal peptide) traducono il desiderio e l’eccitazione in lubrificazione vaginale, gli androgeni in produzione di NO, ossido nitrico, potentissimo vasodilatatore che favorisce l’erezione. Tutto è perfetto in natura perché gli uomini amino le donne e le donne gli uomini e ne provino in piacere più intenso che esiste in natura. Da questo nascono i bambini. Tutto il resto sono allucinazioni mentali
Silvana De Mari

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here